SPORT

Allievi Nazionali, Ischia ok a Lecce

LECCE-ISCHIA ISOLAVERDE 0-1

LECCE: Lerario, Giglio, Nives, Cancelli, De Maria, Zappulli, Marisco, Angelini, Mosca, Bolognese, Lezzi. In panchina Rollo, Centonze, Nunziatella, Schena, Castrovilli, Errico, Manca, Francioso, Montinaro. All. Morello.

ISCHIA ISOLAVERDE: Pezzella, Vanacore, Barrella (25’ s.t. Perna), Cardone, Vitiello, Catavere (25’ s.t. Cafiero), Vecchione, Guadagno (10’ s.t. Panico), Mancini (30’ s.t. Moreno), Marigliano. In panchina Cappa, Gaglione, Severino, Vatiero. All. Fusaro.

ARBITRO: Ciniero di Brindisi (ass. Miccoli di Brindisi e Mauriello di Taranto).

MARCATORE: 20’ p.t. Cardone.

Annuncio

In attesa del big-match di mercoledì contro il Martina Franca (gara di recupero non disputata due settimane fa), l’Ischia sbanca Lecce e prosegue il duello con i pugliesi ma anche con la Juve Stabia che continua a non mollare. Grande prova della formazione di mister Fusaro contro una squadra di centro classifica. Si inizia su ritmi molto elevati. Il portiere locale compie un prodigioso intervento sulla conclusione da fuori area di Cardone. Lerario poco dopo si supera su un diagonale di Mancini. Quest’ultimo calcia alto da posizione favorevole. Il gol isolano è nell’aria e arriva al 20’. Cardone al limite dell’area supera un avversario e scarica un gran tiro che si insacca all’incrocio dei pali. Si va al riposo senza altri sussulti. Al rientro in campo, i salentini cercano di prendere in mano le redini del gioco ma non creano alcuna apprensione alla difesa ischitana. Al 10’ Marigliano impegna severamente il portiere che prima salva sul colpo di testa e poi respinge la rovesciata del calciatore dell’Ischia. Mister Fusaro sostituisce lo stanco Guadagno (sacrificatosi in un ruolo non suo visto che Coratella è influenzato) con Panico. Il Lecce cerca di impensierire la retroguardia ma i tentativi risultano vani.

CLASSIFICA Gir. F: Juve Stabia 51; Ischia Isolaverde* e Martina Franca* 49; Monopoli 36; Cosenza 31; Catanzaro 30; Napoli e Matera 29; Lecce 25; Akragas 24; Fidelis Andria 21; Catania 19; Paganese e Messina 17. (* una gara in meno).

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close