ARCHIVIOARCHIVIO 5

Annullare tutti gli atti della Commissione Paesaggio

PROCIDA – L’attività della locale Commissione Paesaggio continua ad essere uno degli argomenti più battuti  nel confronto politico tra maggioranza e minoranza con il consigliere comunale del gruppo “Per Procida”, nonché commissario di Forza Italia, Menico Scala, che già nei giorni scorsi aveva sollevato l’eccezione riguardante la Commissione e tutti gli atti prodotti dalla stessa adottata in quanto ritenuta decaduta da oltre due mesi, che ha inviato una nota (che di seguito riportiamo) alla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per l’Area metropolitana di Napoli nella qualerichiede il rigetto delle pratiche e relativi pareri inerenti la Commissione Locale per il Paesaggio prodotti nella seduta del12.01.2019.

“Il sottoscritto Scala Menico, in qualità di Consigliere Comunale del Comune di Procida, a seguito di convocazione commissione paesaggio del giorno 12.01.2019 ho inviato una richiesta protocollo 491 del 11/01/2019 con la quale chiedevo la sospensione dell’attività della stessa Commissione in quanto decaduta come prescritto dalla norma. ( che allego alla presente richiesta)

La richiesta che è stata inoltrata al Responsabile dell’Ufficio Tecnico, al Sindaco del Comune di Procida, e al segretario Comunale tendeva principalmente a tutelare i cittadini in quanto ogni parere espresso verrebbe considerato nullo e potrebbe rivelarsi negativo anche per l’attività edilizia, tenendo conto che il parere paesistico è il presupposto per il rilascio del titolo edilizio,

La commissione Paesistica è stata nominata da Consiglio Comunale il 20/11/2015 e da votazione unanime si è resa immediatamente eseguibile, pertanto la norma in materia di proroga della stessa Commissione recita, come da regolamento, che non ha più legittimità trascorsi i 45 gg dalla scadenza e pertanto è da ritenersi totalmente nulla la seduta e i relativi pareri. L’aspetto che maggiormente fa riflettere è l’inerzia dell’Amministrazione Comunale, che ha esplicato tutte le procedure con relativo bando per nominare nuovi soggetti della Commissione stessa, ma sono trascorsi circa un mese dalla chiusura del bando che non si è ancora  convocato un Consiglio Comunale per la formazione di una nuova Commissione Locale per il Paesaggio.

Per tale motivo, chiedo, a tutela dei cittadini che potrebbero incorrere a problematiche di nullità degli atti, a non accettare le pratiche elaborate nella seduta del 12.01.2019 e di invitare l’Amministrazione Comunale a nominare una nuova Commissione Locale per il Paesaggio, in modo da ristabilire la legittimità degli atti secondo le legittime aspettative della cittadinanza”.

Annuncio

Inoltre, il consigliere Scala, sempre sull’argomento, ha diffuso un comunicato nel quale, tra l’latro,  si legge: “La Commissione si è tenuta ugualmente e ritengo giusto condividere la risposta del Sindaco Ambrosino il quale, in una nota recapitatami nella giornata di ieri, per rafforzare la sua decisione scrive che interpretazioni estensive sono già state adottate in occasioni precedenti come la Commissione Paesaggio eletta nel 2012 che ha lavorato fino al dicembre 2015.

Doverose, a tal riguardo, alcune precisazioni: in primo luogo appare quasi superfluo sottolineare che se si è sbagliato per il passato questo non significa che lo si debba fare sempre e comunque; in secondo luogo parole come trasparenza, legalità e onestà, tanto strombazzate dagli attuali amministratori in campagna elettorale, non vediamo in cosa si debbano concretizzino se non in casi di questa importanza; in ultimo, ma non per ultimo, è il caso di ricordare al Sindaco “smemorato” che, preso dal voler scaricare ogni responsabilità negativa su “quelli di prima”, in questo caso si è auto accusato in quanto dal 1 Giugno 2015 è alla guida del Comune ed il ritardo rappresentato, allora come oggi, lo deve esclusivamente a se stesso”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close