Barano, il Comune sospende il bando per gli avvocati

Barano, il Comune sospende il bando per gli avvocati

ISCHIA. Il Comune di Barano ha deciso di sospendere il bando per avvocati lanciato alcuni giorni fa. Il Comitato forense “No Gratis”, che si batte per il riconoscimento del principio dell’equo compenso, aveva diffidato il comune collinare perché le tariffe offerte erano fissate in modo forfettario, senza distinzione per valore della causa.  «In questo modo – aveva spiegato uno degli esponenti del Comitato, l’avvocato Armando Rossi – i compensi sono parametrati ai minimi solo per lo scaglione più basso (fino a 1.100 €), ad esempio offrendo 200 euro per giudizi innanzi al Giudice di pace o 500 per giudizi al Tar (comunque valori davvero bassissimi), ma non prevedono alcun aumento per le cause di valore superiore (ad esempio per lo scaglione da 1.100 a 5.200 siamo di ben 471 € al di sotto dei minimi)».  Pertanto,  il Comitato aveva notificato una diffida in autotutela all’Amministrazione comunale di Barano per chiedere di rettificare il bando nel rispetto della legge sull’equo compenso. Da parte sua l’ente guidato dal sindaco Dionigi Gaudioso, dopo il confronto con i componenti del Comitato ha pubblicato un avviso in cui si annuncia la sospensione dell’efficacia del bando diretto alla creazione di una short list di avvocati per l’affidamento di incarichi legali, motivandolo con la necessità di approfondire l’aspetto relativo alla determinazione degli importi stabiliti. L’avvocato Rossi ha commentato in serata la decisione: «Ottima notizia. Qualche giorno fa, su segnalazione del Collega Francesco Cellammare e degli Avvocati ischitani, avevamo dato incarico all’avvocato Elio Errichiello di inoltrare una diffida in autotutela al Comune di Barano d’Ischia per sospendere il nuovo bando per Avvocati pubblicato sull’albo comunale, con tariffe non parametrate al valore della causa.  La risposta del Comune non si è fatta attendere: grazie alla sensibilità degli Amministratori-Colleghi, oggi il bando è stato sospeso, accogliendo in pieno le nostre tesi difensive sulla violazione dell’equo compenso. Ora attendiamo che l’Amministrazione pubblichi nei prossimi mesi un nuovo bando il cui tariffario rispetti i parametri forensi.  È una grande vittoria per tutta l’Avvocatura, che segue all’ormai famoso precedente dell’annullamento del bando del Comune di Marano ottenuto dal Comitato No Gratis innanzi al Tar Napoli». Anche l’avvocato Cellammare, presidente dell’Assoforense ischitana, ha plaudito alla decisione: «Gli amministratori del Comune di Barano si sono dimostrati coscienziosi oltre che validi professionisti. Siamo riusciti a trovare subito un’intesa: sono venuti incontro alle nostre richieste decidendo di correggere in autotutela l’errore presente nel bando, accogliendo le istanze del Comitato».

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment