CRONACAPRIMO PIANO

Casamicciola e Forio, Lagnese “cancella” il diritto di patronato

Il vescovo d’Ischia emette un decreto con il quale cancella il privilegio del diritto di presentazione fin qui affidato all’amministrazione comunale per la Parroccia di Santa Maria Maddalena e San Vito

Potremmo dire che la comunicazione arriva così, improvvisa ma non troppo. Ma in fondo nel palazzo municipale provvisorio dell’ex Capricho un po’ era lecito attenderselo, così come in via Genovino all’ombra del Torrione. All’attenzione del sindaco Giovan Battista Castagna e del consiglio comunale è giunta una nota firmata dal vicario generale della Diocesi di Ischia, don Agostino Iovene.

Che rivolgendosi al primo cittadino, scrive quanto segue: “Illustrissimo signor sindaco di Casamicciola Terme, in merito al diritto di presentazione spettante all’amministrazione comunale di Casamicciola Terme per la nomina del parroco della Parrocchia di S. Maria Maddalena Penitente, le comunico che il Vescovo, dopo aver chiesto un pronunciamento di codesto consiglio comunale entro l’1 marzo c.a. e dopo aver concesso da sua richiesta proroga per 30 giorni – e perciò entro e non oltre il 30 marzo 2019 – e aver concesso successivamente ulteriori giorni sette dalla data di una sua nuova missiva, per ricevere suo ultimo riscontro – pertanto entro e non oltre il 9 aprile 2019 – in data odierna ha provveduto a emettere il decreto che allego alla presente”.

Il provvedimento è stato trasmesso ai primi cittadino dal vicario generale don Agostino Iovene. Nonostante una serie di benefit tra cui anche la santa messa per gli amministratori “pro tempore”, è scontato che l’ente del Capricho e quello di via Genovino si opporranno alla decisione del pastore della diocesi isolana

Già, e cosa recita il decreto? Non ci vuole molto a capirlo ed allora nell’atto che porta la firma del vescovo Pietro Lagnese noi vi portiamo in premessa subito al sodo. Il Pastore della Diocesi isolana scrive: “Dichiaro cessato il suddetto privilegio del diritto di patronato, con l’annesso diritto di presentazione, per la Parrocchia di Santa Maria Maddalena Penitente in Casamicciola Terme; rinuncio, in relazione a quel diritto, a ogni contributo economico e beneficio corrisposti dalla amministrazione comunale alla Parrocchia di Santa Maria Maddalena Penitente: stabilisco che a partire dalla data odierna la nomina del Parroco di Santa Maria Maddalena Penitente in Casamicciola Terme avvenga per libero conferimento da parte del Vescovo diocesano; stabilisco, inoltre, in considerazione della collaborazione sviluppatasi nel tempo tra il Comune di Casamicciola Terme e la Parrocchia di Santa Maria Penitente che per il tempo di 30 anni rinnovabili si celebri mensilmente una Santa Messa in favore del popolo di Casamicciola Terme, annualmente una Santa Messa in data da stabilire in suffragio degli amministratori comunali e benefattori della chiesa parrocchiale defunti, annualmente una Santa Messa in favore degli amministratori comunali pro tempore. Sulla Parrocchia di Santa Maria Maddalena e sull’intero Comune di Casamicciola invoco la benedizione del Signore”. Ovviamente lo stesso “papiello” (nella sostanza, non proprio nella forma) è stato indirizzato anche all’ombra del Torrione, destinatario il sindaco Francesco Del Deo.

Ora, premesso che di questi tempi una benedizione fa sempre piacere, soprattutto per un territorio che ancora si lecca le ferite dopo il sisma del 21 agosto 2017, e che anche una Santa Messa in favore dei politici in carica e dunque ancora in vita è da prendersi come un fatto positivo, visto che negli ultimi tempi gli amministratori – un po’ ovunque – non godono di popolarità eccelsa, crediamo che difficilmente i “benefit” messi a disposizione anche della Comunità dalla Chiesa di Ischia possano provvedere a chiudere la questione in maniera bonaria. Di certo i Comuni di Casamicciola e Forio procederanno a presentare ricorso a norma del codice di diritto canonico e nel caso c’è molta curiosità per capire come andrà a finire: il pressing asfissiante portato avanti negli ultimi tempi dal vescovo Lagnese, infatti, ha lasciato intendere a molti addetti ai lavori che lo stesso disponga di una serie di strumenti confortanti, in grado di lasciare intendere che in caso di contenzioso la Chiesa potrebbe spuntarla. Ma certo nella cittadina termale e a Forio ono legati alla tradizione relativa alla nomina di una terna tra cui scegliere il parroco della Maddalena e di San Vito dunque si darà battaglia. In particolare Lagnese e Castagna, così, si sottoporranno a un nuovo braccio di ferro dopo quello, tuttora in corso, legato alla vicenda del cosiddetto “asilo conteso” in località Sentinella. Un duello che proprio il sindaco di Casamicciola aveva provato ulteriormente a differire, dal momento che lo stesso al pari dell’intera classe politica ha un appuntamento importante decisamente alle porte.

Annuncio

Castagna, di fatto, aveva indirizzato una lettera a Pietro Lagnese nella quale scriveva: “In riferimento all’oggetto e facendo seguito alla nota di protocollo generale di questo ente al n. 4396 del 2 aprile 2019, con la presente si comunica che – attesa la complessità della problematica e l’imminente tornata elettorale per il rinnovo degli organi amministrativi di questo Comune – dopo che il presidente del consiglio comunale ha consultato i consiglieri di minoranza, si è del parere che è opportuno demandare ai nuovi consiglieri comunali ogni e qualsiasi determinazione in ordine all’oggetto. A nome di tutta la cittadinanza del Comune di Casamicciola Terme, le rinnoviamo i sentimenti di profonda gratitudine per la vicinanza in questi momenti di difficoltà”. Palla in tribunale e gara rinviata a data da destinarsi, queste erano le intenzioni degli amministratori. Lagnese però è entrato a gamba tesa mandando all’aria i piani della controparte. A Forio, invece, il consiglio comunale si era pronunciato eccome, difendendo quello che riteneva essere un diritto intoccabile. E adesso si riparte con una battaglia che pare davvero infinita. Senza correre il rischio di essere blasfemi, chiamatela pure guerra santa.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close