Casamicciola, si dimette la Miragliuolo: scatta il totoassessore

Casamicciola, si dimette la Miragliuolo: scatta il totoassessore

CASAMICCIOLA TERME. La notizia era nell’aria da diverso tempo, e che la decisione fosse imminente lo si era intuito nella seconda metà della settimana scorsa. Nella mattinata di ieri, poi, l’atto protocollato presso gli uffici municipali del Capricho ha segnato la puntata finale. “Egregio signor sindaci, con la presente sono a rassegnarle formalmente le mie irrevocabili dimissioni dalla carica assessoriale”. Comincia così la nota firmata da Annalucia Miragliuolo e protocollata al Comune di Casamicciola con cui la stessa lascia ufficialmente la giunta municipale guidata dal sindaco Giovan Battista Castagna. Nella missiva la Miragliuolo aggiunge: “Ho sempre lavorato per sostenere al massimo l’attuale compagine amministrativa, ho messo a disposizione della nostra cittadina la mia caparbietà, la mia ostinazione nel raggiungere gli obiettivi condivisi, il mio tempo, la mia professionalità, la voglia di fare squadra ma, secondo coscienza, compio questa scelta perché problemi di salute mi impediscono di essere nella piena efficienza e di poter dare il massimo nell’espletamento del ruolo affidatomi”. La Miragiuolo poi conclude. “Approfitto di questo momento per ringraziare Lei e i suoi colleghi assessori che, nonostante la diversità di vedute su alcune problematiche, avete sempre manifestato stima e rispetto nei miei confronti. Ringrazio inoltre tutti i dipendenti del Comune che hanno reso possibile la concretizzazione del lavoro da me svolto”.

Una decisione sofferta ma evidentemente, stante ai problemi di salute dalla stessa Miragliuolo esplicati nel documento, non più differibile. Un vero peccato perché non c’è dubbio che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovan Battista Castagna perda un tassello importante: la preparazione, l’impegno e la dedizione profuso da sempre da Annalucia Miragliuolo – accompagnate ad uno stile ed un comportamento sempre impeccabile anche nella vita istituzionale – rappresentano un vuoto difficile da colmare. Lo stesso primo cittadino ha avuto parole al miele all’atto del congedo del suo ormai ex assessore: “Desidero ringraziare dal più profondo del cuore la dottoressa Miragliuolo per l’impegno e l’abnegazione che ha sempre messo nell’esercizio della sua funzione assessorile. Sono certo che – ha aggiunto Castagna – anche senza ricoprire più l’incarico, non farà mancare il suo supporto all’amministrazione, che sarà sempre lieta ed onorata di recepire suggerimenti e proposte che sono stati utili a fare gli interessi della comunità ed in particolare delle fasce deboli della cittadinanza, per la quale tanto si è battuta e continuerà a battersi. Sono certo che continuerà ad esserci vicina, abbiamo bisogno di lei”.

Adesso, appare evidente che non può non scattare il toto assessore, visto che nell’esecutivo si trova di punto in bianco una casella vacante. E’ ancora presto per fare nomi, ma è chiaro che alcune certezze ci sono. La prima: il nuovo esponente della giunta dovrà essere necessariamente una quota rosa, è la legge che lo prevede. Insomma, si passerà da donna a donna perché l’unica alternativa per favorire l’ingresso di un soggetto di sesso maschile sarebbe quello delle dimissioni di uno degli attuali assessori e la cosa è francamente lontana da ogni possibilità. A quanto si apprende, la nomina sarebbe sempre in quota Miragliuolo, nel senso che toccherà al fratello Leonardo – inserito peraltro nello staff del sindaco Castagna – proporre al primo cittadino qualche nome. E’ chiaro, però, che la figura da individuare dovrà possedere determinati requisiti, proprio in virtù delle qualità morali, professionali e politiche di Annalucia Miragliuolo. A un anno dalle elezioni amministrative del 2019, il cambio di un assessore deve essere l’occasione per far crescere il livello dell’attuale maggioranza e renderla ancor più competitiva e non certo indebolirla. Qualche nome già circola sul tappeto, ma è chiaro che indicazioni più precise cominceranno ad arrivare nei prossimi giorni.

Gaetano Ferrandino

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment