POLITICA

Casamicciola, varato il piano obiettivi 2019

Settore per settore, tutti i target stabiliti dall’amministrazione del Capricho per l’anno in corso

Mentre il paese è già in preda alla “febbre” elettorale, la giunta municipale del Capricho si appresta a varare il piano degli obiettivi per l’anno in corso. A essere precisi, si chiama “piano degli obiettivi e delle performance” (Pop), ed è il documento programmatico triennale, aggiornato annualmente, che individua gli indirizzi e gli obiettivi strategici e operativi dell’Ente e definisce, con riferimento agli obiettivi stessi, gli indicatori per la misurazione e la valutazione delle prestazioni dell’amministrazione, dei titolari di posizioni organizzative e dei dipendenti.

AFFARI GENERALI

Per quanto riguarda l’area affari generali e attività produttive, gli obiettivi minimi sono cinque: innanzitutto l’implementazione della modulistica in costante e continuo aggiornamento relativa a tutte le attività produttive esistenti sul territorio, nonché degli altri servizi gestiti dal settore in questione; inoltre dovrà essere realizzata la continua e costante archiviazione e fascicolazione degli atti che inevitabilmente vengono prelevati e poi vanno riportati nella sede comunale “ex Napoleon”. Terzo obiettivo è l’aggiornamento e la formazione sulle nuove procedure informatiche utilizzate, per la gestione delle determine, delibere, albo pretorio on line, ecc., messe a disposizione dalla software house. L’area gestita dal dottor Pisani punta poi entro il 30 aprile a mandare a regime tutta la procedura relativa al rilascio della Carta d’Identità Elettronica. Infine, entro la stessa data, si prevede di mandare a regime la gestione delle autorizzazioni Cosap per il commercio su aree pubbliche in forma itinerante nell’area della pineta, lato est, del complesso immobiliare del Pio Monte della Misericordia.

TRIBUTI

Nel settore entrate tributarie, un primo obiettivo è già stato raggiunto, con la ricognizione dello stato del contenzioso e lo smistamento degli affari legali ai due avvocati in convenzione. Ciò ha determinato un riallineamento della difesa dell’Ente innanzi alle Commissioni Tributarie provinciale e regionale. Per il 2019 gli altri obiettivi sono essenzialmente tre: dal 1 aprile al 30 luglio, si penserà alla sistemazione dell’archivio relativo all’imposta Tari, successivamente dal 31 luglio al 20 ottobre quello relativo all’imposta Imu. Inoltre si procederà a un controllo a campione tra il 1 maggio e il 1 dicembre delle superfici appartenenti a strutture ricettivo-alberghiere, relativamente al tributo Tari con la società Soget. Infine, entro il 15 dicembre sarà effettuato un esame della posizione Cartek-Sorit il cui contratto già risoltosi presenta ancora partite contabili aperte, con la formulazione di una proposta transattiva del rapporto.

Annuncio

LAVORI PUBBLICI

Prevedibilmente molto esteso il piano degli obiettivi per l’area dei lavori pubblici: innanzitutto si conta di approvare il 70% dei lavori di completamento della portualità turistica presso lo scalo casamicciolese (grazie ai fondi Dupim 2008). C’è poi da riavviare l’intervento di recupero dei volumi esistenti in ampliamento per l’Osservatorio geofisico da destinare ad attività museale-congressuale. Il Comune dovrà inoltre avviare l’intervento di sistemazione della frana in località Castiglione e Cafiero, oltre che affidare i lavori e far partire il cantiere per il recupero dell’agibilità dell’ex hotel Napoleon, che dovrà tornare a rivestire il ruolo di sede municipale, con annessa attività preliminare dell’efficientamento energetico dell’immobile, ma anche dei lavori di bonifica e consolidamento dei versanti a monte del centro abitato del paese. Anche la sistemazione dell’eliporto dovrebbe essere avviata entro dicembre. C’è inoltre il noto intervento in project financing di realizzazione della rete di distribuzione del gas metano, per il quale si punta al perfezionamento del contributo pubblico, oltre che alla consueta attività di monitoraggio e coordinamento. Altro progetto per il quale si conta di completare almeno l’80% dei lavori tramite devoluzione dei fondi è l’intervento di riqualificazione urbana e ambientale in via Tresta e Piazza Bagni. Un capitolo a parte (il cui elenco è impossibile da riportare in questa sede) è costituito dall’avvio, prosecuzione e completamento degli interventi connessi all’evento sismico del 21 agosto 2017, ma anche dalla rendicontazione di altri interventi.

AREA TECNICA

Anno impegnativo anche per l’ufficio tecnico che dovrà com’è noto istruire le pratiche di sanatoria edilizia ai sensi delle tre leggi condonistiche entro 45 giorni dalla conclusione delle istruttorie presso altri enti con relativo conteggio degli oneri concessori, integrazione dell’oblazione e il calcolo dell’indennità paesaggistica.  Dal punto di vista  dell’edilizia privata si dovrà procedere all’istruzione dei permessi a costruire e delle istanze pervenute per la revoca delle ordinanze sindacali di sgombero, e si punta a convocare la commissione per il paesaggio almeno due volte al mese con relativa organizzazione delle pratiche.  Infine verrà elaborato l’aggiornamento del regolamento urbanistico edilizio comunale (Ruec) secondo le direttive regionali in attuazione del regolamento edilizio tipo, entro il 31 maggio.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close