Corre in auto a folle velocità, investe un cane in pieno centro

Corre in auto a folle velocità, investe un cane in pieno centro

ISCHIA – Se ci fosse un contatore in grado di valutare quali sono i temi maggiormente toccati dall’opinione pubblica isolana in questo periodo, ai primi posti ci sarebbe sicuramente quello del traffico isolano. Non solo lamentele sulla congestione che sta assumendo sempre più tratti metropolitani, anche nei periodi di bassa stagione turistica, ma anche denunce effettuate dai cittadini sulla pericolosità crescente sulle strade di tutta l’isola. Dopo le varie e ripetute segnalazioni delle gare clandestine notturne che tengono svegli di notte i cittadini che hanno casa a ridosso delle arterie principali dell’isola scambiate sempre più spesso per circuiti di formula 1, adesso anche durante le ore del giorno cominciano a destare preoccupazione le autovetture lanciate a folle velocità durante le ore più trafficate della giornata, quando ad attraversare le strade ci sono i bambini e a passeggiare sui marciapiedi e sul ciglio delle strada mamme con carrozzini, e persone in compagnia dei propri amici a quattro zampe.

L’avvocato Mario Goffredo, volto noto della politica ischitana, ha effettuato un accorato appello al primo cittadino di Ischia Enzo Ferrandino: “per piacere mettiamo dissuasori della velocità nelle stradine secondarie. Ho studio in Via dello Stadio e corrono come i maledetti. Pochi istanti fa un cane è uscito da un cancelletto ed è stato preso in pieno, vivo solo per miracolo. Ma non esiste proprio!!”.

Un traffico ormai senza controllo, pieno di automobilisti che guidano ignorando le più elementari regole sancite dal Codice della Strada: “è un’urgenza senza precedenti – sottolinea l’avvocato già candidato alle elezioni comunali di Barano –  le nostre strade sono trappole mortali e non possiamo andare avanti così. Macchine parcheggiate ovunque, visibilità nulla, velocità indecente, almeno due automobilisti su tre con telefono in mano che impegna mani e spesso anche vista (sarebbe carino vedere quante multe per infrazioni del genere vengono comminate, io ne vedo centinaia al giorno). Non si può far finta di nulla!” Un problema sentito da una grossa fetta delle cittadinanza. C’è chi non manca di fare proposte per risolvere il problema, come Gioacchino Taglialatela: “Autovelox fisso sulla soprelevata, dissuasori e semafori. Divieto di circolazione in centro per automezzi non certificati euro cinque. Il decalogo per un paese civile…” una serie di proposte a cui fa eco il consiglio di Lucio Di Meglio che ricorda quanto pericoloso sia diventato anche attraversare sulle strisce pedonali: “Le strisce pedonali,dovrebbero stare prima della fermata degli autobus, poiché spesso e volentieri i “sorpassatori seriali” cercando di superare lì bus e avendo la visuale coperta dallo stesso, arrotano i pedoni che passano sulle strisce. Male non sarebbe – secondo Lucio Di Meglio – superilluminare le strisce, così da renderle particolarmente visibili”.

Il tema del traffico, unito alla spericolatezza con cui molti automobilisti sono soliti affrontare le strade è diventato un nervo scoperto dell’isola cui i cittadini chiedono una veloce e rapida soluzione.

Antonello De Rosa

 

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment