Coste inquinate, per la Campania ancora triste primato Solo Lazio e Calabria si dimostrano più inquinate della nostra regione, dove la situazione resta critica

<span class="entry-title-primary">Coste inquinate, per la Campania ancora triste primato</span> <span class="entry-subtitle">Solo Lazio e Calabria si dimostrano più inquinate della nostra regione, dove la situazione resta critica</span>

Lungo le coste italiane ci sono «ben 38 malati cronici» di inquinamento, concentrati nel Lazio (8), in Calabria (7), in Campania e Sicilia (5): sono foci di fiumi, torrenti, canali o punti vicino scarichi di depuratori che da almeno cinque anni riversano in mare batteri (enterococchi intestinali, Escherichia coli). Dopo «tanti appelli inascoltati e lanciati alle amministrazioni e agli enti competenti», Legambiente li ha segnalati alle Capitanerie di Porto presentando undici esposti – uno per ogni regione in cui sono stati riscontrati questi punti in cui la depurazione è carente – per inquinamento ambientale, reato previsto dal codice penale.

«Malati cronici» a parte, il 40% dei campioni di acqua prelevati quest’anno alle foci di fiumi, torrenti, canali, fiumare, fossi o nei pressi di scarichi lungo i 7.412 chilometri di costa italiana da Goletta Verde di Legambiente è risultato inquinato, con cariche batteriche elevate. Cioè, su 260 punti esaminati 105 hanno mostrato batteri «oltre i limiti di legge», soprattutto per scarichi fognari non depurati.

Presentando i risultati della Campagna 2017, al termine del viaggio del veliero compiuto dall’8 giugno all’8 agosto per verificare lo stato di qualità del mare e delle coste, il responsabile scientifico di Legambiente Giorgio Zampetti ha spiegato che 86 dei 105 campioni di acqua con cariche batteriche elevate, sono risultati «fortemente inquinati» (cioè con valori oltre il doppio di quelli previsti dalla legge sulle acque di balneazione) e 19 «inquinati» (oltre i limiti). I punti di prelievo con scarsa depurazione «si confermano i nemici numero uno del nostro mare”; solo il 13% dei campioni è stato prelevato vicino spiagge affollate.

If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment