Dionigi Gaudioso: Non ho mai apostrofato o offeso Clotilde Di Meglio

Dionigi Gaudioso: Non ho mai apostrofato o offeso Clotilde Di Meglio

Gentile Direttore,

mi sembra opportuno fare alcune precisazioni all’intervento del consigliere Clotilde Di Meglio poiché non solo ha dato una falsa rappresentazione dei fatti, ma mi ha attribuito comportamenti ed atteggiamenti che non mi appartengono né come persona, né come sindaco.

Intano prendo atto che l’avvocato Clotilde Di Meglio ha trovato il tempo, nella mattinata di venerdì 9 marzo, per lasciare gli impegni professionali al Tribunale di Ischia visto che ha sempre stigmatizzato la convocazione al mattino del consiglio comunale perché fatto a suo dire di proposito per impedirle di partecipare alle sedute.

Devo, però, precisare che ho aderito alla richiesta di una delegazione di cittadini di Via Piano per affrontare con loro l’annosa situazione che affligge quella zona. Di quella delegazione la consigliera Di Meglio non faceva parte, né tantomeno era stata annunciata dai presenti, tant’è vero che della delegazione facevano parte anche due cittadini, già candidati nella lista capeggiata dall’avvocato alle scorse elezioni, i quali, quando con garbo ho detto alla Di Meglio che quell’incontro non la riguardava, non hanno battuto ciglio restando al loro posto a discutere del problema.

Forse che non era presente nessuno di quelli che avevano delegato la consigliera ad intervenire?

E’ falsa anche l’affermazione per cui avrei apostrofato la consigliera. Innanzitutto  non è mia abitudine offendere le persone, ma nell’occasione le ho soltanto detto che se aveva necessità di parlarmi sarei stato a sua disposizione alla fine dell’incontro.

Quanto all’accusa che io ignoro la democrazia, stia tranquilla Clotilde Di Meglio: a Barano  non c’è rischio di repubbliche sudamericane – come possono facilmente testimoniare gli stessi consiglieri di minoranza, puntualmente accolti ogni qualvolta si è presentata la necessità di dialogare sulle questioni della vita amministrativa di Barano – ma c’è una certezza: non  consentirò che vengano strumentalizzati per scopi elettorali cittadini che di loro spontanea volontà hanno voluto incontrarmi per un problema che li affligge da anni.

Riguardo alla stanza che occupo come sindaco so bene che non è di mia proprietà ma se ne faccia una ragione: il popolo di Barano per i prossimi quattro anni l’ha consegnata a me. Grazie per l’ospitalità.

 

Dott. Dionigi Gaudioso
Sindaco di Barano d’Ischia

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment