ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAINCHIESTE

Diritto di patronato, anche Casamicciola “boccia” Lagnese

Nemmeno il tempo di assorbire la botta maturata in quel di Forio, che per la Diocesi di Ischia e il vescovo mons. Pietro Lagnese arriva la seconda “mazzata”, stavolta dal Comune di Casamicciola Terme. E’ quanto si evince da una nota indirizzata proprio a Sua Eccellenza dal sindaco di Casamicciola, Giovan Battista Castagna, avente ad oggetto “Diritto di patronato spettante al Comune di Casamicciola Terme concernente la nomina del parroco della Parrocchia di Santa Maria Maddalena, riscontro vs nota”.  In pratica siamo davanti alla stessa richiesta fatta da Lagnese al Comune di Forio, dove relativamente alla Chiesa di San Vito era stato chiesto di rinunciare all’ente turrito di rinunciare a scegliere il nuovo parroco da una terna prescelta. Nell’attesa che anche in questo caso si riunisca il civico consesso per adottare i provvedimenti del caso, la risposta del primo cittadino termale è chiara ed inequivocabile. Castagna esordisce scrivendo:  “Come a S.E. è ben noto, il Comune di Casamicciola Terme in data 21 agosto 2017 è stato colpito da un grave terremoto che ha causato perdita di vite umane, numerosi feriti, migliaia di sfollati, crolli e danneggiamenti  alle infrastrutture, agli edifici pubblici e privati  con conseguente pericolo per la privata e pubblica incolumità. Ancora alla data odierna, la fase della ricostruzione è stata appena avviata e molte persone sono alloggiate in albergo o in case prese in fitto. Da ultimo,  il Comune di Casamicciola Terme ha subito ulteriori problematiche quali il crollo del terrapieno sulla litoranea che ha comportato la chiusura dell’anello viario della intera isola d’Ischia e quindi la interruzione della  viabilità e la sospensione delle attività scolastiche. Infine si sono registrati crolli di altri muri su strade comunali”.

Nel passaggio successivo Castagna è ancora più chiaro e caustico: “In questa situazione drammatica, il sottoscritto, il personale amministrativo del Comune ed i Consiglieri Comunali sono quotidianamente impegnati non solo nella ordinaria amministrazione ma anche nella gestione del terremoto e nella progettazione di quanto necessario alla ricostruzione unitamente alla struttura commissariale. Come Le dicevo già verbalmente  in occasione della redazione del verbale del 10.01.2019, questo non era proprio il momento per impegnare la politica e gli uffici per una questione, quale il diritto di patronato per la nomina del Parroco della Parrocchia di Santa Maria Maddalena, che è stata già affrontata e risolta dopo un contenzioso con il Suo predecessore Mons. Filippo Strofaldi con provvedimento  ormai definitivo”. La conclusione della nota suona come una inappellabile sentenza, prima ancora degli adempimenti istituzionali: “Pur ringraziandoLa per la riconoscenza che ci ha manifestato  e pur anticipandoLe  il parere contrario dello scrivente alla Sua richiesta – scrive Giovan Battista Castagna – mi sono impegnato con Lei nel verbale del 10.01,2019 a discuterne con i Consiglieri Comunali e quindi con la presente Le chiedo di attendere trenta giorni decorrenti da oggi, per comunicarLe anche le determinazioni dei Consiglieri Comunali di Casamicciola Terme. La ringrazio per  il ricordo nella preghiera del sottoscritto e della popolazione amministrata”.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close