PRIMO PIANOSPORT

ECCELLENZA Barano, Di Meglio: «Ottaviano? Non dobbiamo sottovalutarla»

Il tecnico bianconero fa il punto della situazione in vista del prossimo impegno e delle ultime quattro partite di stagione: « Sono dell’idea che, con dieci punti, possiamo ottenere la salvezza senza neanche passare per i playout»

Ancora trecentosessanta minuti di attesa e poi si saprà se in casa Barano si potrà festeggiare la fine di una travagliata stagione, stappando una bottiglia di champagne. I bianconeri, nelle prossime quattro gare, se la dovranno vedere con Ottaviano, San Giorgio, Afro Napoli Albanova. Quattro appuntamenti impegnativi ma non proibitivi, specialmente se si tiene conto che, malgrado le peripezie varie che hanno caratterizzato sin qui la stagione, gli aquilotti hanno offerto sempre prestazioni più che dignitose e, spesso, hanno lasciato il campo a mani vuote solo per inesperienza dovuta alla giovane età dei componenti della “rosa”. Con i suoi 21 anni di media, la squadra allenata da Gianni Di Meglio è tra le compagini più giovani del campionato di Eccellenza. Un campionato difficile, composto da squadre con trascorsi anche in categorie professionistiche. Per una piccola realtà come quella baronese questo è sicuramente un motivo di orgoglio. Specialmente quando si è costretti a fare i classici conti della serva per far fronte alle ingenti spese che la categoria comporta. Anche se in bilico, la stagione non è per nulla compromessa. Il prossimo impego sarà ad Ottaviano. I vesuviani, attualmente, relegati al penultimo posto in classifica, saranno un banco di prova importante. Mister Di Meglio sta tenendo sotto pressione i suoi, per tenere alta la tensione: «Nelle prossime quattro giornate, infatti, ci giochiamo la stagione – afferma l’allenatore – sono appuntamenti impegnativi, ma con avversari comunque alla nostra portata». Di Meglio si ferma un attimo e poi spiega il suo pensiero: «Sono dell’idea che, con dieci punti, possiamo ottenere la salvezza senza neanche passare per i playout». L’Ottaviano sicuramente è abbordabile, ma Afro Napoli, San Giorgio e Albanova sono compagini da prendere con le molle, si obietta. E di Meglio di rimando replica: «A parer mio anche l’Ottaviano non deve essere sottovalutato. Rispetto alla formazione dell’andata che vincemmo per 4-1 questa è un’altra squadra. Inoltre se la stanno giocando con molta dignità, contro chiunque, nel tentativo di rimanere agganciati ai playout. I miei non devono illudersi, dobbiamo scendere in campo con un unico obiettivo: fare bottino pieno, ma senza sottovalutare glia avversari». A questo punto si chiede a Di Meglio se, per come si sta concludendo la stagione, ha qualche rimpianto. Se si poteva fare qualcosa in più per evitare di trovarsi impelagati nell’attuale situazione: «Nella maniera più assoluta – afferma senza pensarci un attimo – forse se avessi saputo in tempo come rimpiazzare i cinque giocatori che sono andati via ad inizio stagione, si poteva fare di più. Ma sono considerazioni che lasciano il tempo che trovano. La nostra realtà è questa ed è inutile trovare alibi di sorte».

Per chi non lo sapesse nella prima parte della stagione hanno abbandonato la casacca bianconera elementi come Martucci, Andres, Ferrari, Monti e Viscovo. Giocatori importanti che formavano l’asse formante della squadra e che dovevano consentire di disputare un campionato senza grossi pathos. In seguito sono arrivati D’Antonio, Montanino, Pistone e Guidone, giocatori indubbiamente ottimi, ma non in grado di far fare il classico salto di qualità.

Il difensore Chiariello da leader indiscusso, sprona i suoi compagni in vista di questo finale al cardiopalma. «Pensiamo al presente – è l’invito che il giocatore ci rivolge – abbiamo le carte in regola per giocarcela con chiunque. La partita con la capolista frattese lo dimostra – e ancora aggiunge – Abbiamo disputato una gara senza alcun timore reverenziale, siamo stati castigati da due errori nelle uniche circostanze che abbiamo sbagliato. Il Divario in classifica di oltre quaranta lunghezze che ci dividono, non penso si sia notati in campo. Dobbiamo affrontare l’Ottaviano con giusta concentrazione ma senza timore. Siamo una buona squadra, ma abbiamo tutte le carte in regola per portare a casa i punti per la salvezza». Per l’importante appuntamento di Ottaviano, mister Di Meglio, potrà contare su tutta la rosa fatta eccezione di Pistola squalificato

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close