CULTURA & SOCIETA'

Il nostro artigianato finalmente trova punti espositivi per il suo rilancio

IL NUOVO MERCATO DELLA TRAVERSA BUONOCORE A ISCHIA APRIRA’ I SUOI BOX ANCHE AL FERRO BATTUTO ISCHITANO IN STILE LIBERTY

Con la prossima riapertura del vecchio Mercato della Traversa Buonocore  a Porto d’Ischia, per altro rimesso a nuovo, troveranno  sicuramente spazio negli appositi punti vendita  manufatti artistici  del ferro battuto in stile liberty proprio come l’artigiano con abile mano e fantasia mentale  l’ha realizzati. Al tempo dei romani, quando i fabbri dirottarono sempre più la loro maestria dal settore militare, che fino ad allora era stato il preminente, a quello civile, accadde che il lavoro del fabbro era al primo posto su tutti gli altri e godeva dell’attenzione professionale di ingegneri ed architetti del tempo. Per completezza di informazione storica, Plinio il Vecchio ci fa addirittura sapere che al suo tempo ( I sec d.c. ) il ferro costava ed era ricercato addirittura più dell’argento e già a Roma nacque una prima corporazione di maestri fabbri. Dopo le invasioni barbariche, bisogna attendere il nuovo millennio e la rinascita culturale ed economica dell’Europa per ritrovare in grande stile i fabbri al lavoro.

La storia di Aenaria sommersa che nei dettagli, stiamo conoscendo da qualche anno a questa parte,  ci porta con l’immaginazione  a quel tempo,  per configurarci come  i nostri fabbri ferrai  dell’epoca forgiavano i propri lavori in ferro tramandandocene  cosi il mestiere. Fin dall’antichità sull’isola il mestiere del fabbro si univa a quello del maniscalco per i tanti muli e cavalli presenti nelle campagne e nei centri rivieraschi. Ma il futuro destino professionale del fabbro era  di tutt’altra storia. Il rapido processo di sviluppo economico, sociale e culturale dell’isola d’Ischia già dagli anni ’60 in avanti assegnò al fabbro ferraio locale un ruolo di primo piano nel panorama dei lavori artigianali richiesti. Nasce così anche per il fabbro ferraio ischitano l’arte febbrile accompagnata dallo stile liberty nell’uso del ferro battuto e particolarmente lavorato. Quindi l’affermarsi dello stile liberty con i suoi richiami al mondo naturale consacra definitivamente la produzione fabbrile nell’epoca moderna, ritagliando per i fabbri e i maestri di ferro battuto un nuovo spazio dove esercitare la propria creatività. Pertanto, realizzando frutti, fiori, animali, pesci, uccelli e altri ornamenti con i quali arricchire oggetti della vita di tutti i giorni, è accaduto  che l’arte del ferro battuto è tornata in grande auge. I fabbri isolani hanno sposato in pieno la l’interessante tecnica, tanto che alcuni di essi sfoggiando l’innata creatività che gli era congeniale, sono riusciti ad imporsi sul mercato e farsi apprezzare quali richiesti straordinari artisti artigiani.

                                                                                                            michelelubrano@yahoo.it

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close