CRONACAPRIMO PIANO

Irregolarità nel bando, sospeso a Forio il concorso dei vigili

Alla fine dell’estate i consiglieri di minoranza di Forio denunciarono presunte irregolarità in ordine al concorso in svolgimento per l'assunzione a tempo pieno ed indeterminato di 4 istruttori Amministrativi.Oggi quel concorso è stato annullato per evidenti irregolarità. “Era solo un concorso per ringraziare la propria fetta elettorale - tuonano dall’opposizione”.

L’estate stava lentamente volgendo al termine quando l’opposizione, il 29 agosto, mandò al sindaco Del Deo, al presidente del consiglio comunale Michele Regine, al segretario generale Noemi Martino e a tutti i consiglieri copia dell’interrogazione consiliare riguardo l’esposto per la richiesta di annullamento del concorso per l’assunzione di 4 istruttori amministrativi della Polizia Municipale. 

Erano venuti anche dalla Sicilia a provare la fortuna qui a Ischia. Qualcuno ci aveva creduto a tal punto da investire centinaia di euro, tra viaggio e soggiorno, nella speranza di acciuffare il tanto agognato posto fisso. Ma dopo il concorso che metteva in palio 4 posti iniziarono le grane. Nella cassetta delle lettere dell’avvocato Jessica Maria Lavista e in quelle di altri consiglieri, arrivò una lettera anonima dove venivano denunciate, nei minimi dettagli, tutte le irregolarità che erano state riscontrate durante lo svolgimento del concorso, faro di speranza per decine di giovani. Da quella denuncia anonima partì l’esposto che oggi, possiamo dichiararlo con tranquillità, aveva più di una ragione d’essere. Ci sono voluti diversi mesi, ma alla fine il bando è stato sospeso. La segretaria comunale, su insistenza dell’opposizione capeggiata da Stani Verde, inviò la documentazione alla Procura e così fu fatto.

Così come già riferito nella seduta consiliare del 29 ottobre 2018 il segretario generale, la dottoressa Noemi Martino, trasmise all’Anac, alla Procura della Repubblica e  Tribunale di Napoli e alla Corte dei Conti Procura Regionale per la Campania i documenti dell’esposto del 2 agosto 2018 e l’interrogazione consiliare del 31 agosto nonché la risposta del sindaco all’interrogazione consiliare datata 26 settembre 2018.

IL CONTENUTO DELL’ESPOSTO

Ma quale irregolarità avevano riscontrato i consiglieri di minoranza? Ai Consiglieri Comunali venne inviato l’esposto con il quale venivano denunciate presunte gravi irregolarità in ordine al concorso in svolgimento per l’assunzione a tempo pieno ed indeterminato di n. 4 istruttori Amministrativi – Cal. C, posizione giuridica ed economica Cl, ed in particolare: la illegittimità del concorso per violazione delle prescrizioni di cui all’ari. 37 del O. Lvo 16512001;  i nominativi di dodici vincitori del concorso, in quanto oltre ai quattro posti a concorso è previsto il successivo scorrimento della graduatoria;  la inidoneità dei componenti della commissione esaminatrice.

Annuncio

LE DOMANDE DELL’OPPOSIZIONE

I consiglieri comunali Leonardo D’Abundo, Ignazio Di Lustro, Vincenzo Di Maio, Jessica Maria Lavista e Stani Verde chiesero quindi al sindaco se corrispondessero al vero i fatti enunciati nell’esposto e se effettivamente non erano considerati materia del concorso la conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, così come disposto dall’art. 37 del D. Lvo 16512001;  se fossero vere le lamentele evidenziate sui membri della Commissione Giudicante e cosa si intendesse fare per porre rimedio alle stesse. Venne chiamata in causa anche il  Segretario Generale, quale responsabile alla trasparenza ed dell’anticorruzione, per constatare se effettivamente avesse svolto le opportune verifiche e fornito tutti i necessari pareri;

“l sottoscritti Consiglieri Comunali – si leggeva nel documento – vista la gravità dei presunti fatti denunciati, in ogni caso, chiedono che vengano inviati all’ANAC, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli ed alla Procura Regionale della Corte dei Conti, a mezzo del Segretario Generale, l’esposto, la presente interrogazione e la risposta che ella riterrà certamente di fornire urgentemente.  La richiesta? Semplice: la sospensione dello svolgimento del concorso. Oggi la richiesta è stata esaudita. Dal Municipio sono stati costretti a sospendere il concorso con buona probabilità sotto pressione della Procura che dopo aver ricevuto le carte ha intimato l’annullamento del concorso, almeno questo dovrebbe essere l’iter che verrà a breve comunicato, quando anche i consiglieri avranno certezza di quanto successo. Non ci fermiamo, la nostra azione di controllo non finisce qui – dichiara un soddisfatto Stani Verde – Saremo sempre dalla parte della legalità”. Gli fa eco Dino D’Abundo: “E’ stata una vittoria della legalità e di coloro che sono venuti da tutta Italia per provare a ottenere un posto di lavoro. Basta con il clientelismo – dichiara con veemenza il consigliere di minoranza. Stesso tono anche dell’avvocato Jessica Maria Lavista : “era tutto clamorosamente ovvio, come già in precedenza annunciato dall’opposizione si trattava solo di un concorso elettorale per ringraziare la fetta elettorale che aveva ricevuto false promesse in campagna elettorale. Un concorso farsa in piena regola, privo di regolarità, giustizia ha fatto il suo corso.

Tags

Articoli Correlati

Un commento

  1. Avete sbagliato non si tratta del concorso dei vigili ma quello amministrativo, era già stata espletata la prova scritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close