SPORT

Ischia Manita al Pimonte

Ischia 5 – Pimonte 0

Ischia: Tufano sv, Calise 6 (16’st Sorrentino 6), Del Deo 6, Monti 6, Vitagliano 6.5, Iacono 6 (11’st Sirabella 7), Abbandonato 6(4’st Invernini 7), Esposito 6, Rubino 6 (20’st Liccardi 6), Fondicelli 6.5, Conte 6 (4’st Chiaiese 7). In panchina Mennella, De Simone, Trani, Di Sapia. Allenatore Ciro Bilardi 7.

Pimonte: Balzano 6, Veropalumbo 5, Somma S. 5, Schettino 5, Colantuono 6, Somma A. 5 (34’st Somma G.5), Gargiulo 5, Palumbo 5, Attianese 5, Durazzo 5, Sabatino 5. Allenatore Somma sv

Arbitro: Ferrara di Salerno 5.5

Reti: 1’pt Fondicelli, 22’pt Rubino, 32’st Sorrentino, 40’st Sirabelli, 43’st Liccardi

Annuncio

Ammoniti Somma A., Abbandonato; espulso al 7’st Somma A. per doppio giallo; angoli 7-0; spettatori 200 circa.

L’Ischia doveva vincere per mantenere accesa la speranza di poter agganciare il treno per i playoff contro la baby squadra napoletana del Pimonte, fanalino di coda, che è scesa in campo con tutti ragazzini. Una vittoria non facile, al di là di ciò che possa dire il risultato, visto che i gol potevano essere molto di più, in virtù anche di una supremazia tecnica territoriale che è durata in pratica per tutti gli interi novanta minuti. Basta pensare, infatti, che mai, durante la partita, fatta eccezione di un calcio su palla inattiva, il Pimonte è andato ad impensierire Tufano. Vittoria comunque che consente alla squadra di Bilardi di mantenere accesa la fiammella della speranza per un obiettivo, quale quello dei playoff, che da queste parti, continuano a definire minimo, quando invece bisognerebbe fare i conti con la realtà considerando che questa era una squadra allestita per un campionato di transizione e che si è invece ritrovata in queste posizioni. Quindi bisognerebbe essere più cauti nei giudizi e nelle critiche feroci. Comunque sia è un successo importante che rilancia la squadra di Bilardi, soprattutto dopo le ultime prestazioni alquanto altalenanti vedi la sconfitta subita in trasferta tre settimane fa e che a sei giornate dalla fine, come giustamente ha affermato anche il tecnico bisogna non sottovalutare nessuno, in quanto a questo punto della stagione sono tutti spareggi e bisogna sempre fare e dare il massimo. 

La cronaca

Neppure il tempo di far partire il cronometro che l’Ischia è già in vantaggio: Rubino scatta sul filo del fuorigioco e mette al centro per Fondicelli che insacca a porta vuota. Al 13’ Rubino solo in area su assist di Vitagliano non inquadra lo specchio della porta e perde una ghiotta palla gol. Al 22’ c’è il raddoppio di Rubino: dopo un errore di Conte che a porta vuota si fa ribattere il tiro e il colpo di testa di Vitagliano che colpisce la traversa. Al 24’ ancora Rubino sull’ennesimo affondo colpisce il palo mentre al 28’ il Pimonte perde palla al limite dell’aerea e ne approfitta sempre Rubino che è libero di destro, ma è bravo Balzano a parare. Al 33’ ci prova Vitagliano dal limite ma para ancora Balzano. In chiusura di tempo, assistiamo all’unico tiro verso lo specchio della porta della squadra napoletana ad opera di Colantuono su punizione, facile la presa di Tufano.

Nella ripresa il copione è sempre lo stesso. Assist di Invernini nell’aerea piccola per Vitagliano che di testa sbaglia. Al 14’ Sirabella per Chiaiese che a botta sicura manda sull’esterno della rete. Al 28’ sempre Chiaiese che atterrato in aerea procura calcio di rigore, ma Liccardi calcia in modo fiacco concedendo a Balzano di mandare in angolo. Al 31’ affondo di Liccardi sulla sinistra, assist al bacio per Sorrentino che insacca sul primo palo. Al 35’ conclusione improvvisa di Chiaiese dai 25 metri, ma colpisce la traversa. Al 37’ angolo di Vitagliano per Liccardi, salva Colantuono in angolo a portiere battuto. Al 40’ Chiaiese per Sirabella gol di testa. Al 43’ assist dell’onnipresente Chiaiese per Liccardi che insacca da pochi passi.   

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close