CULTURA & SOCIETA'GALLERIA

La Passione di Cristo fa “trentuno”, a Forio giù i veli sull’edizione 2019

Domenica mattina la conferenza stampa di presentazione dell’evento di punta della Pasqua foriana, tra sorprese e anche alcune innovazioni

E’ stata presentata domenica mattina la trentunesima edizione de “La Passione di Cristo”, a cura dell’associazione Actus Tragicus. La manifestazione, istituzionalizzata e patrocinata dal Comune di Forio, rappresenta uno degli appuntamenti campani più attesi e seguiti del periodo pasquale ed ottiene di anno in anno maggiori successi e gratificazioni. Il comune di Forio si trasformerà per una sera nella Gerusalemme di oltre duemila anni fa, dove avrà luogo la rappresentazione di alcuni degli episodi più significativi della vita di Gesù, dal suo Battesimo sulle rive del Giordano alla Passione, che raggiungerà il suo momento culmine nella Crocifissione, presso il rinomato piazzale del Soccorso. Fiori all’occhiello della manifestazione, dunque, saranno la suggestiva scenografia naturale del comune turrito e le numerosissime comparse (circa un centinaio) in abiti d’epoca, che grazie all’apporto, al lavoro ed alla passione di tante competenze e professionalità, daranno vita ad un vero e proprio “colossal” tra le strade del centro storico. Tra le novità che impreziosiranno questa trentunesima edizione, caratterizzata dalla grande “anima popolare” del popolo di Forio, spicca sicuramente la regia, che quest’anno è affidata all’esperienza dello storico Gesù della Passione foriana, Francesco Castaldi, mentre il copione porta la firma dell’autore e regista teatrale Corrado Visone. Le registrazioni sono state invece curate dal regista Valerio Buono.

Saranno inoltre adottati accurati provvedimenti relativi alla sicurezza, schierando in campo uomini, donne e mezzi per evitare disagi e permettere alle migliaia di persone che ogni anno assistono alla manifestazione di vivere tale emozionante esperienza nel miglior modo possibile. Si coglie quindi l’occasione per ringraziare l’associazione Forio CB e la Croce Rossa Italiana per i rispettivi servizi di sicurezza e di primo soccorso. Il percorso si articolerà nel centro storico di Forio, partendo dalla spiaggia del piazzale A.N.M.I. (zona porto); si procederà per le piazze ed il corso principale dove avranno luogo rispettivamente importanti momenti come quelli del processo dinanzi a Ponzio Pilato e la via Crucis, per concludersi, come detto, sul piazzale Giovanni Paolo II (già piazzale del Soccorso) per le scene della Crocifissione e della Deposizione nel sepolcro. La presentazione di domenica mattina ha visto la partecipazione e gli interventi dei rappresentanti dell’amministrazione comunale, nelle persone del vice sindaco Mario Savio e dei consiglieri comunali Gianni Matarese e Gianna Galasso, nonché del direttore artistico degli eventi pasquali Gaetano Maschio. Si è sottolineata la grande importanza di una manifestazione come quella della Passione di Cristo che, assieme ai tanti eventi che caratterizzeranno le prossime settimane (tra cui, si ricorda, la storica Corsa dell’Angelo della mattina di Pasqua e la Notte Bianca che avrà luogo a fine mese) rappresenta una grande attrattiva per i numerosi turisti che scelgono Forio e l’isola d’Ischia in generale per le proprie vacanze.

Si ricorda inoltre che nel periodo della settimana santa, nei pressi della fontana del centro di Forio, sarà presente un infopoint curato dagli studenti dell’istituto superiore “Cristofaro Mennella”, sez. Tecnico – Turistico che, sotto la coordinazione dalla dirigente scolastica, prof.ssa Di Guida, illustreranno ai turisti ed ai curiosi le varie tappe della manifestazione ed altresì cureranno un’introduzione all’evento stesso, la sera del venerdì santo, in ben quattro lingue oltre l’italiano (tedesco, spagnolo, russo ed inglese). L’appuntamento con “La Passione di Cristo” è fissato dunque per venerdì 19 aprile 2019 alle 20.00, orario in cui si darà il via alla sfilata degli attori e dei figuranti in costumi di scena; al termine della sfilata, avrà inizio la rappresentazione vera e propria.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close