INCHIESTE

Lacco Ameno, così saranno impiegati i proventi della tassa di soggiorno

Per il 2019 una stima prudenziale di 500mila euro in entrata dall’imposta che il Comune del Fungo varò quattro anni fa

La giunta municipale guidata dal sindaco Pascale ha approvato la ripartizione  delle risorse che arriveranno dall’imposta di soggiorno. Tale distribuzione è stata compiuta dopo un’analisi prudenziale del presumibile gettito in entrata, come spiegò nell’ultimo consiglio comunale il dottor Barbieri. Quest’anno la cifra presunta è stata fissata in 500mila euro, così ripartita: 160mila per fornitura di servizi per manifestazioni turistico culturali; 240mila per spese correnti relative all’affidamento di servizi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali: 100mila da destinare infine al fondo crediti di dubbia esigibilità, quantificato nella misura del 20% del gettito presumibile.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close