ARCHIVIOARCHIVIO 4ARCHIVIO 5CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

L’IC “Vincenzo Mennella” alla Staffetta di Scrittura e Legalità Bimed

Gianluca Castagna | Lacco Ameno Un progetto realizzato annualmente che coinvolge decine di scuole ed enti locali di tutta Italia. Un’opportunità per costruire relazioni tra piccoli comuni e città più o meno grandi; realtà del Nord, del Centro e del Sud Italia e altre realtà europee. Sostenere e diffondere le attività di scrittura delle scuole, offrendo ai studenti l’occasione di raccontarsi, di conoscersi e di crescere attraverso le invenzioni della scrittura, le emozioni della lettura, il valore del confronto con gli scrittori.
E’ la Staffetta di scrittura BIMED, format di scrittura creativa più rilevante del nostro tempo, che rende protagonisti  gli studenti della Scuola italiana nei processi di apprendimento collegati alla Cittadinanza europea. Raccontare, dunque una storia. Partendo da un incipit.
Non un incipit qualsiasi, ma quello fornito dallo scrittore isolano Chris D’Ascia, che anche quest’anno ha messo la propria passione e competenza a servizio di una iniziativa culturale molto accattivante per i giovani studenti di Lacco Ameno.

E’ stata questa la vera sfida per gli alunni della II B della Secondaria dell’Istituto comprensivo “V. Mennella”, che, capitanati dalla loro insegnante di italiano, la prof.ssa Giulia De Nicola, e guidati da Chris D’Ascia – che ha accompagnato la composizione del racconto “in fieri” attraverso il raccordo con il tutor Luigi Calafiore –  si sono cimentati nella stesura del secondo capitolo della Staffetta. Insomma, coinvolgere le nuove generazioni non solo alla lettura, ma anche alla scrittura.Per restituire alla parola un ruolo-chiave funzionale alla cittadinanza ed ineludibile per la crescita di ogni individuo.
Il meccanismo è semplice: una scuola scrive il primo capitolo e passa il testimone alla seconda, che continua l’opera intrapresa, e così di seguito fino all’ultima scuola della staffetta. Un esercizio importante, perché gli allievi che devono scrivere un capitolo, per arrivare al risultato finale dovranno confrontarsi, fare sintesi e arrivare, in un determinato periodo di tempo, a un unico testo condiviso in coerenza con quanto è giunto da soggetti esterni. Ogni capitolo diventa così uno spaccato di territori diversi ed è in qualche modo espressione della realtà da cui proviene. Al termine della staffetta Bimed pubblicherà la narrazione completa per la Collana “Raccontiadiecimilamani”.

«Il tema di quest’anno era la guerra» ha ricordato la preside prof.ssa Assunta Barbieri, «e i nostri scrittori in erba hanno dimostrato di riuscire ad elaborare un testo innestandosi perfettamente nel racconto, il cui primo capitolo è stato redatto da una classe dell’Istituto comprensivo ad indirizzo musicale “Mons. M. Vassalluzzo” di Roccapiemonte, Istituto con cui abbiamo stabilito una sorta di “corrispondenza d’amorosi sensi” per le varie affinità elettive in ambito letterario-musicale che ci legano da tempo».
Un primo capitolo che rimanda alla, terribile battaglia di Vukovar per l’indipendenza della Croazia. Un assedio durato 87 giorni, tra l’agosto e il novembre del 1991, che segna uno dei primi terribili episodi della guerra nella ex-Yugoslavia. La Staffetta ha permesso agli studenti della Media di Lacco Ameno di affrontare temi attuali come l’amicizia, la tolleranza e il razzismo e ha rappresentato un valore aggiunto nell’acquisizione degli strumenti necessari per il saper leggere, il saper scrivere, il saper fare e il saper essere dando alla parola un ruolo chiave per la crescita. Scritto a più mani, in un’ottica di promozione dell’inclusività, il secondo capitolo ha offerto inoltre ai ragazzi la possibilità di creare cultura condivisa oltre i confini territoriali, e questo ha particolarmente stimolato e incuriosito gli allievi. «Soprattutto l’idea di scrivere un testo “a mille mani”, seguire lo sviluppo del racconto “passando il testimone” ad un’altra scuola lontana anche mille km, o forse più, ha affascinato i nostri alunni» ha ricordato la De Nicola, «e ha permesso  idealmente di ridurre, fino ad annullare, le distanze. Insomma, davvero una grande privilegio e un grande traguardo, che ha consentito di arricchire l’offerta fomativa del nostro Istituto.»

Ma l’ampliamento dell’offerta formativa non si esaurisce qui per la classe II B dell’Istituto Comprensivo “V. Mennella”. In occasione del Concorso Letterario premio ScriviAMO, promosso e organizzato dalla Bimed e dalla rivista Andersen, l’istituto  all’ombra del Fungo è stato selezionato per partecipare alla Giuria Popolare (categoria medie), che sarà composta da 120 studenti di 60 scuole italiane ed estere. Per l’occasione, sono stati nominati due giurati, Marika Allegrettie Ketly RihannaRodriguez Tavarez, che, attraverso la piattaforma staffetta, potranno seguire le storie loro assegnate e votare, a partire dal mese di aprile.
Non è finita. La classe II B, insieme alla III A e III B del medesimo Istituto, parteciperanno altresì al bando di concorso, sempre promosso dalla Bimed, “Poesia e arte di legalità” una vita per la legalità. Si tratta di un concorso di “Arte e poesia” dedicato alla figura di Giancarlo Siani, giornalista assassinato dalla camorra, e a tutti coloro che hanno donato la propria vita per la verità ed il bene comune. I ragazzi, pertanto, si cimenteranno nella stesura di poesie sul tema della legalità, tema quanto mai attuale, in considerazione dell’ormai vicina celebrazione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che ricorre il 21 marzo.

 

Annuncio

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close