Nicolella: «Il futuro di questa amministrazione? Dipenderà dalla campagna acquisti di Del Deo»

Nicolella: «Il futuro di questa amministrazione? Dipenderà dalla campagna acquisti di Del Deo»

FORIO – Ormai i giochi sono fatti, il consiglio comunale di Forio è stato proclamato, però Francesco Del Deo ha un bel po’ di gatte da pelare. Ci sono infatti una serie di problematiche relative alla giunta e al consiglio comunale. Nelle scorse ore è stato annunciato il ricorso al Tar da parte di Ciro Colella, che intende entrare nella civica assise al posto di Manuela Arturo. Lei che ha deciso di restare fuori dai giochi come la vede?

«È anche normale che oggi c’è tutta questa fibrillazione. È una fibrillazione che c’è stata anche nel 2013 in occasione delle scorse elezioni amministrative, sebbene non preoccupava più di tanto Francesco Del Deo perché cinque anni fa il sindaco aveva avuto una maggioranza piuttosto solida, con quattordici consiglieri. Una maggioranza davvero granitica, che eventualmente, nel caso in cui c’era qualche malcontento, poteva quel malcontento passare anche in secondo piano perché non era determinante in virtù di una maggioranza che, come ho detto poc’anzi, era molto solida. Oggi, in virtù anche dell’eterogeneità di quella che è la compagine di maggioranza che poi è stata eletta, è normale che, considerando che sono soltanto dieci i consiglieri comunali di maggioranza, ognuno pretende quello che ha ottenuto sul campo. E in questo caso diventa più difficile da un lato trovare la quadra e dall’altro anche comporre di conseguenza la giunta. Anche perché sappiamo benissimo che ormai già da cinque anni a questa parte purtroppo nessuno si fida di Francesco Del Deo in ordine alla rinuncia di consigliere comunale per accedere eventualmente alla giunta. Pertanto la conseguenza è quello che si sta oggi verificando. Io penso che alla fine sicuramente si troverà una soluzione. Il problema è capire quanto durerà la soluzione, e se Francesco Del Deo sarà bravo a fare campagna acquisti. Ritengo che ci sarà molto mercato durante questo periodo e anche successivamente. Credo che Francesco Del Deo, che è un ottimo direttore sportivo, stia pensando di acquistare qualche altro elemento per rinforzare quella che è la maggioranza. E lo sta facendo, tra l’altro, anche per non essere ricattato dai membri dell’attuale maggioranza».

Cosa dobbiamo attenderci, invece, se Del Deo non dovesse riuscire nel proprio intento?

«Ho detto in maniera amicale a Francesco Del Deo che l’errore che lui ha commesso è stato quello di pensare che non fosse importante se i consiglieri comunali si trovavano l’uno contro l’altro. Invece credo che sia un fatto importantissimo: quando c’è una compagine, quella compagine deve essere coesa. I consiglieri devono avere unità d’intenti, sia perché così si riesce ad amministrare bene e ad ottenere dei risultati, sia perché il consigliere comunale non si sente talmente inutile da decidere di dimettersi o addirittura di passare all’opposizione. Francesco Del Deo deve evitare che ci possano essere questi passaggi da una parte all’altra e che i suoi consiglieri comunali si sentano inutili. Non lo so quanto possa durare questa amministrazione. Ci sono dei consiglieri esperti che hanno già avuto grosse esperienze politiche in passato, e che certamente non svolgeranno un ruolo di comparsa. Quindi Del Deo dovrà essere capace di coinvolgere tutti i consiglieri comunali di maggioranza nell’amministrare il paese, dando loro la possibilità di lavorare autonomamente».

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment