OGGI L’ATTESO RITORNO DI GIOVANNI SORRENTINO IN CONSIGLIO COMUNALE SARA’ UN “PREMIO ALLA CARRIERA” IN NOME DELL’ONESTA’ E DELL’UMILTA’

OGGI  L’ATTESO  RITORNO DI GIOVANNI SORRENTINO IN CONSIGLIO COMUNALE  SARA’  UN “PREMIO ALLA CARRIERA”  IN NOME DELL’ONESTA’ E DELL’UMILTA’

DI ANTONIO LUBRANO

Dopo la formazione della Giunta politica in luogo di quella tecnica che ha accompagnato a Ischia per una decina di mesi  l’attuale Amministrazione a conduzione Enzo Ferrandino,  nata dal voto dello scorso anno, il popolare Giovanni Sorrentino detentore, in oltre 43 anni di militanza attiva, di tutte le cariche amministrative al Comune capoluogo, oggi pomeriggio ritrova il suo meritato spazio nel civico consesso, quale premio, possiamo dire, alla sua lunga carriera politica al Comune, fatta di costante rapporto  con la gente, di impegno assiduo per tutte le problematiche del paese, all’insegna soprattutto dell’onestà e di una  tenacia senza pari.  Insomma  Giovanni Sorrentino rientra in Consiglio Comunale nel gruppo di maggioranza con lo spirito e l’ entusiasmo di un giovincello, pur sapendo che all’anagrafe  gli anni non si possono nascondere. Infatti ne conta 78 abbondantemente suonati, portati alla grande , risultando così il consigliere più anziano fra i colleghi che in Consiglio lo circondano.  Quindi gratitudine e rispetto per il veterano della politica Giovanni Sorrentino, ormai alla sua ultima esperienza al servizio  del popolo d’Ischia da un ruolo che l’interessato non ritiene sia riduttivo dal momento che  il suo carisma, la popolarità ancora dilagante, le passate e recenti votazioni plebiscitarie ottenute, insomma l’intera sua storia insieme  sovrastano per importanza qualsiasi altro mandato di maggiore spessore. Del resto Giovanni Sorrentino ha ricoperto già due volte la carica di Sindaco votato direttamente dal Conisglio Comunale, è stato più volte assessore, vicesindaco e presidente del Consiglio Comunale oltre ad aver presieduto o fatto parte di varie commissioni comunali di settori delicati della vita amministrativa del Comune, in special modo quello dell’edilizia pubblica e privata. Per la a storia, vanta altresì un passato di esperto amministratore della cosa pubblica difficilmente eguagliabile. La  firma di Giovanni Sorrentino è presente in tutti gli atti relativi alle opere pubbliche  realizzate dal Comune,  quali: pinete, 8 parcheggi, Istituto Alberghiero, Stadio Mazzella, Palazzetto dello Sport, Piscina Comunale, Lungomare Aragonese, Piazzale delle Alghe,Rete fognaria e tant’altro ancora. Negli anni in cui ha guidato l’amministrazione del Comune capoluogo, ebbe il coraggio , su indicazione del prof. Abbamonte di chiedere il dissesto per salvare l’economia del Comune.  Quindi oggi,  al Comune d’Ischia ci sarà la “surroga” come si dice in gergo. In pratica, entra nel consiglio comunale il primo dei non eletti nella propria formazione politica alle ultime elezioni,  e prende il posto di chi, compagno di cordata, ha lasciato per un diverso incarico. Protagonisti del “transito” sono Paolo Ferrandino che “esce”   e naturalmente  Giovanni Sorrentino che “subentra”. Tutto qui. La storia ci dice: quando Giovanni Sorrentino entrò per la prima volta nel Consiglio Comunale di Ischia, risultando terzo fra gli eletti subito dopo, anche se di poco, Enzo Mazzella e Umberto Di Meglio  che sarà il Sindaco seguito nella carica dal Mazzella, correva l’anno 1975, quarantatre anni fa.  Quel Consiglio Comunale  era così composto:  gruppo DC  Umberto Di Meglio, Consiglieri DC (16) – Vincenzo Mazzella, Umberto Di Meglio, Giovanni Sorrentino, Raffaele Migliaccio, V. Pietro De Angelis, Luigi Cesareo, Rino Cenatiempo, Gabriele Trani, Salvatore Lauro, Giuseppe Brandi, Luigi Osterini, Sergio D’Arco, G. Giuseppe Balestrieri, Bonaventura Di Leva, Giliberto Buono, Paolo Ferrandino, G. Giuseppe Spignese; PSI (4) Roberto Ielasi, Francesco Borgogna, Giovanni Di Meglio, Antonino Italiano; PCI (2) – G. Giuseppe Onorato, Antonio De Simone; MSI (3) – Domenico Di Meglio, Vincenzo Di Meglio, Antonio Barile; PLI (4) – Luca Scotti, Giuseppe Di Costanzo, Enrico Scotti, Gianni Di Bello; PSDI (1) – Luigi Torino. Sorrentino in quella formazione prese il testimone del padre Antuono, sostituendolo di fatto più che degnamente, superandolo addirittura in popolarità ed opere, come spesso succede quando  l’allievo riesce a far meglio del maestro. Il percorso di Giovanni Sorrentino nella nuova veste di amministratore pubblico, è lungo e costellato di successi elettorali soprattutto, che si susseguono l’uno dopo l’altro, senza interruzioni  fino al 2012, allorquando un incidente di percorso, non valutato bene prima che accadesse, lo frena pur vantando una votazione notevole, ma non sufficiente di poco, che gli consentisse di proseguire il suo cammino politico. Che il Sorrentino del resto, non ha mai interrotto, convinto com’era che si poteva rimanere al servizio del popolo sempre, comunque e dovunque. Per ironia della sorte lo stesso è accaduto lo scorso anno ed in simil modo  oggi Giovanni Sorrentino, per effetto della sua notevole votazione, rientrerà nuovamente  in Consiglio Comunale al posto del suo collega Paolo Ferrandino che si trasferisce nella rinnovata  Giunta  del sindaco Enzo  Ferrandino a conclusione di un’operazione politica travagliata nella sua complessità, che dovrà portare nuovi frutti ed una maggiore tranquillità all’Amministrazione in carica nonostante le turbolenze ancora in corso.. Quindi Giovanni Sorrentino si rimette in gioco animato da un rinnovato entusiasmo e determinato a dimostrare che il suo tempo non è ancora finito. Anzi per il “giovane democrazia” il bello inedito viene ora, a 78 anni più che suonati, ed ancora in grado di lasciare il segno, come del resto ha fatto fin’ora. Sorrentino con la ripresa del suo Mandato popolare intende rivolgere in particolare  le proprie attenzioni di membro della maggioranza nel Civico Consesso ai problemi ambientali del Centro Storico di Ischia Ponte a cui si sente legato dalla nascita, quali il ponte Aragonese dissestato, la protezione del vecchio caseggiato, la necessità di una o più scogliere frangiflutti al largo di Ponte, traffico automobilistico in attesa del costruendo parcheggio della siena che ancora langue, Piano Commercio della zona e sistemazione definitiva della viabilità fino ai luoghi collinari.  Fare la fotografia di Giovanni Sorrentino è facile per chi come noi lo conosce dalla prima  ora. In realtà, a suo merito, è da considerarsi un libro aperto. Lo abbiamo in più di una occasione detto: la strada è stata  il suo ufficio elettorale, il Bar il ritrovo dove si incontrava e si incontra  con gli elettori, la chiesa dove pregava  per scongiurare i possibili tradimenti, la casa dove si raccoglieva  e meditava  sulle nuove strategie da seguire. Questo è stato l’ irriducibile, onesto   e coraggioso Giovanni Sorrentino, ancora oggi sulla breccia,  ritrovato  Consigliere Comunale, ex Assessore all’edilizia popolare, ed ex Sindaco del paese. Ebbene il Nostro con una caterva di successi elettorali accumulati in tutta la sua carriera di combattente politico che nessuno può mettere in discussione, ritorna sulla scena politica ischitana, (per la verità non si era mai allontanato) per prendersi una bella rivincita,. Insomma, un Giovanni Sorrentino che non intende mollare , pieno com’è di motivazioni,  che lo fanno apparire più vivace e convinto  che mai, pronto a rigiocare la palla come faceva in gioventù sui campi di calcio di Ischia e della Campania, sopratutto per stare vicino sempre e comunque  alla sua gente, al suo elettorato tradizionale, che da quel lontano  1975 lo ha sostenuto, rimanendogli fedele anche nlle ore in cui la sorte non gli ha sorriso. Davanti a Giovanni Sorrentino da oggi si riaprono nuovi orizzonti, forse gli ultimi, nuove possibilità di fare del bene in nome di ideali mai dimenticati  che hanno caratterizzato la sua storia di uomo del popolo, degno erede di suo padre, il mitico Antuono Sorrentino, anch’egli protagonista, ma d’altri tempi, che in umiltà ed onestà, prerogative di famiglia, ha saputo tracciargli la  strada.

                                                                              antoniolubrano1941@gmail.com

 

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment