Piazza degli Eroi va abbellita, ma attenti agli azzardi

Piazza degli Eroi va abbellita, ma attenti agli azzardi

Di Gennaro Savio

ISCHIA. Dopo anni di polemiche e di lotte intestine all’ex amministrazione comunale di Giosi Ferrandino costate alle casse comunali già circa 80.000 euro, iniziano i tanto chiacchierati lavori a piazza degli Eroi. Lavori per cui ne la passata compagine amministrativa, ne tantomeno quella attuale di Enzo Ferrandino, così come d’altronde avviene per tutte le altre scelte amministrative, hanno inteso avviare un confronto con la cittadinanza su quanto si stava progettando. Si tratta della solita scelta amministrativa calata dall’alto, frutto dell’arcinota politica dell’improvvisazione e non di una seria politica di programmazione, così come ho avuto modo di sottolineare nella scorsa seduta del Consiglio comunale dove mi fu data la possibilità di intervenire. Per quanto si sta per realizzare, c’è da essere preoccupati dal punto di vista della viabilità visto che a piazza degli Eroi, da quello che si sa, oltre al restyling e allo spostamento della rotatoria, si andranno anche a restringere le carreggiate dell’unico snodo viario presente al centro del paese senza che si sia provveduto a valutare l’impatto che tale modifiche avranno sulla circolazione.

E se attualmente con le carreggiate molto ampie, così come si può constatare dalle immagini che abbiamo registrato ieri mattina si formano ingorghi e code di auto soprattutto nelle ore di punta, cosa succederà quando la strada verrà ristretta? Ma com’è possibile pensare di stravolgere l’assetto viario di uno snodo stradale strategico come piazza degli Eroi senza sperimentare prima gli effetti che i lavori progettati avranno sulla circolazione? Un potere politico serio, che programma e non improvvisa, avrebbe dovuto delimitare le carreggiate di piazza degli Eroi con degli spartitraffico in cemento come da progetto e verificare, per alcuni mesi, quali effetti avrebbero avuto sulla circolazione tali modifiche. E decidere, così, con dati alla mano, se il progetto dal punto di vista della viabilità andava rivisto o meno.  E invece no. Gli effetti eventualmente negativi li constateremo quando ormai, così come si suole dire, “la frittata sarà già fatta”: assurdo! E pensare che da tempo il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, guidato dal Segretario generale Domenico Savio, l’unica forza politica di opposizione presente nel paese, chiede con forza all’Amministrazione comunale di Enzo Ferrandino di valutare bene quali saranno gli effetti che i lavori programmati avranno sulla circolazione prima che si faccia qualche altro “guaio”. Purtroppo, però, nonostante ci siano stati anni di tempo a disposizione, queste prove tecniche, se così le possiamo definire, l’Amministrazione comunale non ha inteso farle e di eventuali effetti negativi ne verremo a conoscenza solo a giochi fatti. Piazza degli Eroi va abbellita e rimodernata, e ci mancherebbe, ma decidere di modificarne l’assetto viario senza sperimentarne prima gli effetti, sicuramente rappresenta quantomeno un azzardo. Speriamo ci vada bene

 

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment