PRIMO PIANOSPORT

PROMOZIONE Procida, Ferraro: «Qualcuno non ha dato il massimo e l’abbiamo pagato »

Il tecnico biancorosso fa il punto della situazione dopo il match di sabato scorso con il Poggiomarino, dove il team isolano finisce per mettere nel sacco un solo punto alla fine di una partita domata dai locali sin dall’inizio: «Ci siamo fatti fare gol al 90’ come dei polli»

Finisce in parità allo Spinetti di Procida tar i locali e la prima della classe che giunta sull’isola con l’intenzione di portare a casa i tre punti, finisce invece per strapparne due alla squadra di mister Ferraro che sicuramente meritava qualcosa in più. Un big match che si pensava avvincente e spettacolare, ma almeno per più di un tempo a dare spettacolo sono stati solo i ragazzi di patron Cesarano che hanno messo non poso in difficoltà la squadra di Teta. Un risultato che lascia quindi non poco amaro in bocca considerando l’andamento della partita. Di questo e altro en abbiamo parlato con i protagonisti ovvero con i tecnici di entrambe le compagini. Partiamo da Ferraro. 

Mister un pareggio al 90’ che sa di una vera e propria beffa…

«Della partita credo ci siano le immagini e penso che chiunque anche chi poco ne mastica di calcio potrà indubbiamente notare che gara è stata. Direi che a tratti forse siamo stati sfortunati se consideriamo i miracoli del portiere, il rigore che abbiamo regalato… In altri momenti invece superficiali quindi c’è poco da dire li abbiamo dominati sotto ogni punto di vista. Si vede che doveva andare così pazienza, purtroppo queste partite si vincono con gli undici titolari e con quelli che subentrano poi che devono mantenere la stessa mentalità e la stessa determinazione, si vince, si perde e si pareggia tutti insieme. Sabato, purtroppo non è stato così, qualcuno non ha dato il massimo e l’abbiamo pagato».

Questo mancata vittoria può mettere fine al sogno di un Procida che poteva arrivare secondo?

«Noi stiamo dando tutto e ce la stiamo mettendo tutta. La mia gestione è di sei vittorie e  tre pareggi con quella di sabato, di più non credo si possa fare se consideriamo che la squadra se la gioca con tutte. Col Poggiomarino è andata come si è visto, è così tutte le settimane, sabato forse l’avversario era migliore e non siamo riusciti a vincere. I miei complimenti al Poggiomarino che se è primo in classifica evidentemente ha qualcosa in più rispetto agli altri. Per quanto mi riguarda noi siamo stati dei polli a farci fare gol al 90’».

Annuncio

I complimenti arrivano anche da mister Teta nei confronti del Procida che così analizza la gara

«E’ stata una gara giocata particolare, giocata su due fronti, in due tornate, se vogliamo. Un primo tempo ottimo, una ripresa invece dove siamo calati e ci siamo allungati un po’, loro hanno avuto quasi sempre il pallino del gioco e ci hanno messo in difficoltà in alcune situazioni – e ancora aggiunge – Ma ci abbiamo creduto fino alla fine e direi che siamo stati premiati. Sull’episodio del rigore non so, sarebbe da rivedere, cosa certa è che quello precedente era grande quanto una casa e il direttore di gara non ce l’ha concesso. I ragazzi comunque stanno facendo un campionato oltre le aspettative e devo dire che stanno buttando il cuore oltre l’ostacolo in ogni partita, sinceramente meritano tutti di stare lì. Pe quanto mi riguarda però, devo e voglio fare i complimenti anche al Procida, che dall’avvento di mister Ferraro ho visto dei grandi passi in avanti, è cambiata squadra, è arrivata una serie positiva di risultati importanti e credo che se continuano con questa voglia e determinazione possono dire la loro nei playoff»

Teta, due punti persi o uno guadagnato?

«Per quanto visto in campo direi che il pareggio è il risultato più giusto. E’ ovvio poi che per noi, a quattro partite dalla fine, sarebbe stato meglio il bottino pieno. Ci teniamo comunque i tre punti di vantaggio belli stretti considerando anche il fatto che a Procida hanno fatto fatica un po’ tutti, quindi ci prendiamo questo punto importantissimo e guardiamo avanti.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche

Close
Back to top button
Close