Scuola e terremoto, l’onorevole Bossa interroga il ministro Una interpellanza è stata indirizzata relativamente alla salvaguardia degli studenti del Comune più colpito dal sisma, e cioè Casamicciola Terme

<span class="entry-title-primary">Scuola e terremoto, l’onorevole Bossa interroga il ministro</span> <span class="entry-subtitle">Una interpellanza è stata indirizzata relativamente alla salvaguardia degli studenti del Comune più colpito dal sisma, e cioè Casamicciola Terme</span>

L’onorevole Luisa Bossa, del gruppo parlamentare dell’art.1 MDP ha rivolto Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca un’interrogazione che riguarda la situazione scolastica sull’isola d’Ischia generatasi a seguito dell’evento sismico dello scorso 21 agosto proponendo anche le soluzioni da adottare per salvaguardare gli studenti del Comune più colpito, ossia Casamicciola Terme.

In premessa la Bossa ricorda che “il 21 agosto scorso un terremoto ha riguardato l’Isola d’Ischia, in provincia di Napoli, e in particolare ha determinato danni notevoli nel territorio del Comune di Casamicciola; tra i danni, si segnalano quelli ai plessi scolastici delle materne, elementari e medie dell’Istituto comprensivo Ibsen, resi tutti inagibili dal sisma;
nello specifico, dopo il sisma, sono risultati inagibili i seguenti plessi: a) Manzoni – il principale dove appena un anno fa erano stati eseguiti lavori per adeguamento sismico per circa un milione e mezzo di euro destinato a infanzia e primarie; b) Perrone – destinato ad infanzia e primarie; c) Ibsen- destinato a scuola media e dell’infanzia, dove due anni fa erano stati eseguiti lavori per 250mila euro; d) Lembo- destinato alle primarie”. L’esponente politico aggiunge poi che “per le caratteristiche morfologiche del territorio comunale di Casamicciola non è possibile collocare nel perimetro cittadino alcun prefabbricato” e che dunque “L’ unica soluzione appare l’ installazione di prefabbricati nel vicino Comune di Ischia; alcuni cittadini segnalano, per la precisione, l’utilità di un fondo vicino all’ Istituto Albeghiero Telese, dove c’è un’area privata di circa 10mila mq. di proprietà privata, che d’estate è fittata per l’ installazione di un circo equestre;

Al momento, gli 800 bambini della scuola – già ridotti a circa 600 perché molti genitori hanno già deciso di spostare i loro figli nelle scuole del capoluogo Ischia e del Comune di Forio – hanno i doppi turni all’Istituto elementare Marconi, di Ischia, e vivono enormi disagi per gli spostamenti e la difficoltà di raggiungere le sedi”. Da qui la richiesta di Luisa Bossa che chiede di sapere dal ministro “se sia a conoscenza di quanto sopra esposto e cosa intenda fare, nell’ambito delle sue competenze, in relazione alla situazione e ai disagi segnalati in premessa”.

Corrado Roveda

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment