Scuole, partono le verifiche per la vulnerabilità dei plessi

Scuole, partono le verifiche per la vulnerabilità dei plessi

CASAMICCIOLA TERME. Un tour a tappe forzate, quello effettuato ieri mattina dai tecnici della struttura commissariale per la ricostruzione post sisma presso tutti i plessi scolastici casamicciolesi. I collaboratori del prefetto Schilardi hanno voluto verificare di persona la situazione dell’edilizia scolastica locale, del resto già efficacemente sintetizzata in una dettagliata relazione tecnica redatta dall’Utc del Capricho. Il sopralluogo è stato compiuto nell’ottica delle verifiche di vulnerabilità da realizzare sui vari plessi. Verifiche per le quali il Comune alcune settimane fa ha ricevuto un apposito finanziamento, pari a 221mila euro, da parte del Ministero dell’Istruzione. Importo destinato in parte (euro 94mila) alla messa in sicurezza della scuola elementare “De Gasperi” di Perrone e all’adeguamento degli ambienti didattici dell’istituto tecnico “Enrico Mattei”, mentre i restanti 127mila euro sono diretti all’esecuzione di verifiche di vulnerabilità sismica e stima economica degli interventi relativi ad altri tre edifici scolastici. In dettaglio, 73mila euro sono destinati al plesso “Manzoni” al Paradisiello, altri 42mila per l’edificio Ibsen di via Principessa Margherita, e i restanti 12mila euro al San Severino. Mentre l’amministrazione è sul punto di espletare le procedure previste dal decreto legislativo 50 del 2016 per l’affidamento dei servizi e dei lavori necessari ad attuare le opere citate, il Comune ha parallelamente diramato un avviso pubblico per il “reperimento di immobili da destinare ad uso scolastico”, nel quale il primo cittadino, “avendo necessità di reperire locali per garantire il diritto allo studio agli studenti del Comune che amministra, invita i proprietà di locali idonei a poter essere utilizzati ad uso scolastico, ubicati nel territorio del nostro Comune a manifestare, per iscritto, la propria disponibilità a concederli in fitto entro il giorno 21 gennaio 2019 alle ore 12”. In sostanza, si tratta della volontà dell’amministrazione di ospitare sul territorio comunale anche i bimbi dell’asilo che attualmente sono ospitati dal Comune di Ischia, in modo da “riportare a casa” l’intera popolazione scolastica di Casamicciola

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment