Sito di via degli Agrumi, parla il consulente della difesa

Sito di via degli Agrumi, parla il consulente della difesa

ISCHIA. Oggi potrebbe iniziare la discussione finale nell’ambito del processo relativo al sito di stoccaggio rifiuti che venne realizzato a Forio in via degli Agrumi. Come si ricorderà, inizialmente erano due gli imputati: l’ex sindaco Franco Regine e l’imprenditore Vittorio Ciummo, patron della Ego Eco, la società che gestiva il servizio di gestione dei rifiuti nel Comune di Forio. I fatti risalgono al periodo tra il 2010 e il 2012, anno in cui l’area contestata fu sottoposta a sequestro preventivo in seguito alle proteste di alcuni residenti della zona, poi costituitisi parti civili nel processo. L’accusa per Regine e Ciummo è costituita dalla circostanza secondo cui gestivano una discarica abusiva presso il sito di stoccaggio di via Degli Agrumi a Forio, in assenza della prescritta autorizzazione. Tuttavia la posizione dell’allora sindaco Regine, difeso dall’avvocato Cristiano Rossetti, fu stralciata per via di un’irregolarità nella notifica dell’avviso di conclusione delle indagini, e da allora i processi viaggiarono separati, fino alla conclusione del ramo riguardante l’ex primo cittadino, che pochi giorni fa è terminato con la dichiarazione di prescrizione. Oggi sarà ascoltato il consulente della difesa, e come detto in apertura potrebbe iniziare la discussione finale. La difesa di Ciummo, sostenuta dall’avvocato Gianluca Maria Migliaccio, punterà verosimilmente a dimostrare che, se anche vi fosse stata una illegittimità da parte dell’esecutivo politico foriano nel non tener conto delle normative vigenti, ciò riguardava al più la posizione del sindaco, ma non quella dell’imprenditore, la cui società utilizzò il sito contestato in epoca successiva alla sua istituzione. In sostanza, la Ego Eco non avrebbe avuto nulla a che fare nella controversia che opponeva gli abitanti della zona all’amministrazione comunale.

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment