Turismo natalizio? Crediamoci ancora di più

Turismo natalizio? Crediamoci ancora di più

DI GIANCARLO CARRIERO

I numeri sono numeri e come tali vanno presi ed analizzati, partendo dall’assunto che la matematica non è un’opinione. I dati diffusi dalla guardia costiera, e relativi al numero di arrivi e partenze sull’isola d’Ischia nel periodo natalizio, confermano il trend degli ultimi anni di una risposta discreta della proposta vacanziera con il territorio che evidentemente esercita un certo appeal. I risultati devono certo soddisfare ma anche mettere tutti nella condizione di fare di più: a tal uopo credo sia inevitabilmente necessario adeguare l’offerta turistica al periodo invernale con qualche ulteriore iniziativa sia da parte degli alberghi aperti al pubblico che dei Comuni.

Devo dire che bosco incantato, pista di ghiaccio ed iniziative analoghe rappresentano un buon inizio, e se quest’ultima si ingrandisse, magari prendendo un’intera zona paesisticamente interessante come piazzale delle Alghe, potrebbe diventare un’attrazione anche maggiore e certo più suggestiva. Un ruolo decisivo deve però essere svolto dal commercio: forse sono ancora pochi gli esercizi commerciali che credono a questo segmento turistico. Il clima ancora natalizio potrebbe riservare loro discrete soddisfazioni. Credo che valga la pena insistere, l’auspicio è che si lavori in questa direzione.

* IMPRENDITORE TURISTICO

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment