Da un mese senza telefono né internet: la Digitel Italia affossa la Itelco Un mese fa la Telecom stacca i servizi della Digitel e, di conseguenza, per l’azienda ischitana Itelco, che con l’azienda toscana lavorava in partnership, diventa impossibile operare

<span class="entry-title-primary">Da un mese senza telefono né internet: la Digitel Italia affossa la Itelco</span> <span class="entry-subtitle">Un mese fa la Telecom stacca i servizi della Digitel e, di conseguenza, per l’azienda ischitana Itelco, che con l’azienda toscana lavorava in partnership, diventa impossibile operare</span>

DI Corrado Roveda

Ischia – Buona parte degli isolani sono da un mese senza telefono né internet, parliamo di tutti quelli che avevano stipulato un contratto telefonico con la Ischia Telecomunicazioni S.r.l. – ITELCO – azienda che l opera diversi anni opera  nel settore della telefonia ed internet sul nostro territorio. Si tratta della prima compagnia telefonica di Ischia costituita – così come si legge nella home page del loro sito – da persone di Ischia che hanno deciso di investire sul proprio territorio. ITELCO rappresenta un valore aggiunto per l’isola d’ Ischia in quanto può offrire finalmente ai cittadini privati, liberi professionisti, commercianti e aziende soluzioni vantaggiose e privilegiate in termini di prezzo e qualità dei servizi di telefonia ed internet». Una bella filosofia, non c’è alcun dubbio, ma cosa succede se d’un tratto tutti gli ischitani che si sono affidati all’azienda tornano indietro nel tempo e restano isolati dal mondo? Qualcuno ha iniziato a dare di matto, qualche altro, invece, ha pensato che restare fuori dal mondo tanto male poi non era, ma la verità è tutt’altra.  «Grazie alla partnership con Digitel Italia S.p.A. è stata realizzata una centrale telefonica ULL».  Sul sito della Itelco si legge di una partnership con Digitel Italia S.p.A. azienda fiorentina che, agli inizi di novembre, a causa di una situazione debitoria si è vista staccare da Telecom Italia ogni servizio. Due più due fa sempre quattro. Un mese fa la Telecom stacca i servizi della Digitel e, di conseguenza, per l’azienda ischitana Itelco, che con l’azienda toscana lavorava in partnership, diventa impossibile operare. Alla base della decisione di Telecom Italia – secondo quanto si apprende dalle cronache – ci sarebbe anzitutto, secondo quanto dichiarato da Digitel Italia, il rifiuto delle trattative di concordato preventivo proposte dalla stessa a Telecom Italia. In genere tale procedura è proposta per evitare la dichiarazione di fallimento da parte di una società trovando un accordo che possa garantire la soddisfazione, seppure parziale, del creditore. In altre ipotesi la procedura di concordato preventivo può essere richiesta per garantire la continuità dell’attività d’impresa. Così come il comunicato che la stessa azienda ha emanato a inizio novembre,  ad aver causato l’atteggiamento di TIM sarebbe stato conseguente al reclamo di Digitel avverso un’ordinanza del Tribunale di Roma del 3 novembre 2017 che ha “revocato […] un decreto ottenuto da Digitel Italia” e per cui sarebbe stata prevista un’udienza per il 22 novembre p.v. A conferma di questo anche il numero verde di Digitel 800.901.669., invece che assicurare il regolare funzionamento del servizio dell’assistenza clienti, interrompe la chiamata per farne ripartire una nuova in cui viene spiegata la situazione e la volontà da parte della società di ricorrere a via legali contro il comportamento di TIM. Non è la prima volta che un buon numero di utenti si trova a vivere una simile odissea, le cronache annoverano altri casi di società i cui clienti si sono trovati a fare i conti con il distacco improvviso del proprio servizio di telefonia o internet. Ne sanno qualcosa ad esempio gli ex clienti di Italiacom, ma prima ancora c’era stato il caso di OkCom e, nel mobile, ha fatto scalpore il caso di Bip Mobile, che però faceva “girare” i propri servizi su rete H3G. Parliamo di piccole società di telecomunicazioni che cercano di entrare sul mercato con tariffe sicuramente aggressive e servizi ad hoc per i clienti, per le quali tutto va bene, finchè non intervengono problemi relativi al pagamento del servizio intermedio acquistato da altri operatori, incluso Telecom, proprio così come è accaduto per la Digitel. Per tutti quelli che stanno vivendo questo tipo di disservizio anche sul fronte ischitano non è difficile immaginare che la risoluzione, per forza di cose, non sarà né semplice né immediata.

0saves
If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Share This Post

Post Comment