ARCHIVIOARCHIVIO 4ARCHIVIO 5CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

“Una giornata con Angelo Rizzoli”, contest letterario per ricordare il “Cumenda” alle nuove generazioni

Gianluca Castagna | Lacco Ameno – Un concorso letterario riservato agli studenti isolani per ricordare la figura di Angelo Rizzoli. L’editore e produttore cinematografico che trasformò Lacco Ameno prima, e l’isola d’Ischia poi, in una destinazione turistica moderna e ambita dal jet set internazionale.
Fu lui, negli anni ’50, ad acquistare le Terme Regina Isabella e costruire uno degli alberghi a cinque stelle che ancora oggi rimane un fiore all’occhiello nel settore dell’accoglienza turistica isolana. Furono i suoi inviti, entusiasti e persuasivi, ad attirare a Lacco Ameno i nomi più celebri di Hollywood, da Charlie Chaplin a John Wayne, da Ester Williams a Clark Gable. Così come furono i suoi film ‘vacanzieri’ (da “Ischia operazione amore” ad “Appuntamento a Ischia”) a rafforzare nel marketing turistico nazionale l’immagine di un’isola accogliente e bellissima. E fu sempre Rizzoli a donare quell’ospedale, dedicato alla moglie Anna, che ancora rappresenta un presidio sanitario di vitale importanza per il nostro territorio.

Cosa è rimasto nell’immaginario collettivo di questo tycoon scomparso ormai quasi 50 anni fa? Cosa conoscono di lui le nuove generazioni? Da questi interrogativi nasce il progetto “Un incontro con Angelo Rizzoli” concorso letterario a cui hanno partecipato, attraverso l’espletamento di una prova scritta, le classi prime e seconde della Scuola secondaria di I grado “Vincenzo Mennella” di Lacco Ameno. Il segmento finale di un cammino che la scuola ha compiuto sulle orme di un personaggio come Rizzoli raccontato, in più incontri dalla dott.ssa Massimina Monti, responsabile del progetto insieme al Comune di Lacco Ameno.
«Forse nelle occasioni pubbliche viene poco ricordato», ha osservato l’Assessore alla Cultura Cecilia Prota in occasione della cerimonia di premiazione del Concorso, «però quando ci si trova a parlare con persone del posto, ci si rende conto che il ricordo di Angelo Rizzoli esiste, quindi è importante, attraverso questa iniziativa, farlo conoscere meglio alle nuove generazioni. Per tenerne vivo il ricordo. Già tre anni fa, sempre con la dott.ssa Monti provammo a lanciare questo concorso; adesso, grazie alla Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo ‘Vincenzo Mennella’ la Prof.ssa Assunta Barbieri, siamo riusciti finalmente a metterlo in pratica e a varare questa prima edizione del premio».
«Ho accolto l’iniziativa con molto entusiasmo» ha spiegato la preside. «I nostri studenti, in particolare i più giovani, non conoscono bene i personaggi che hanno fatto la storia di Lacco Ameno e dell’isola d’Ischia. Quindi abbiamo deciso di aderire e sviluppare questo progetto dedicato alla memoria perché profondamente convinti che, se non si sa da dove si viene, nemmeno si capisce nemmeno dove si va. L’idea della dott.ssa Massimina Monti, una giovane donna che ha approfondito con lo studio la vita di Angelo Rizzoli e, pur affetta da una seria disabilità, oggi si occupa del Museo a lui dedicato nel complesso di Villa Arbusto, ci è parsa ottima. La Monti ha incontrato più volte gli studenti e ha illustrato loro il lavoro dell’imprenditore milanese sul territorio, l’importanza, anche culturale, che la sua figura ha avuto per il Paese Italia. Siamo da sempre una scuola inclusiva, mi sembrava importante accogliere e appoggiare questa iniziativa proposta da una studiosa del personaggio, quindi in grado di soddisfare tutte le curiosità dei nostri alunni».

Mercoledì 23 gennaio la prova scritta al plesso Fundera, poi la valutazione degli elaborati da una Commissione valutatrice dalla responsabile del progetto Massimina Monti, dall’Assessore alla cultura del Comune di Lacco Ameno Cecilia Prota, dal professor Domenico Mennella e dalla Dirigente scolastica Assunta Barbieri. Vincitrice (all’unanimità) di un attestato di merito per il miglior tema svolto è risultata l’allieva Sabrina Iacovella, studentessa della II B. Questa la motivazione: “L’allieva ha presentato l’opera e la figura del Commendator Angelo Rizzoli in maniera precisa, corretta e ben articolata, descrivendo con cura le notizie biografiche del personaggio oggetto della prova e ricostruendo puntualmente il contesto storico umano e culturale in cui Rizzoli svolse la sua opera di imprenditore e di promotore dell’attività turistica dell’isola d’Ischia. e di Lacco Ameno in particolare. La citazione dettagliata degli episodi legati alla figura di Rizzoli e l’aggiunta di pertinenti osservazioni personali dell’allieva lievi rendono il lavoro di Sabrina Iacovella ancora più meritevole di elogio. La commissione comunque desidera congratularsi con tutti gli allievi che hanno partecipato al concorso i quali hanno mostrato vivo interesse per le iniziativa e profuso un notevole impegno nello svolgimento degli elaborati, manifestando la giusta attenzione verso una figura, quale quella di Angelo Rizzoli, che si è rivelata fondamentale per lo sviluppo sociale e civile del nostro territorio”.

«E’ vero» ha confermato Massimina Monti. «Hanno tutti dimostrato un grande impegno e apprezzamento per lo studio sulla figura di Angelo Rizzoli. Era quanto mi proponevo, posso dire di aver raggiunto l’obiettivo».
«Non finisce qui», annuncia la D.S. Barbieri. « Speriamo di poter estendere questa iniziativa culturale anche ad altri istituti del territorio. E allargare il campo delle nostre ricerche; sono tanti i personaggi che hanno fatto la storia del territorio; penso, ad esempio, a don Pietro Monti, all’archeologo Giorgio Buchner, allo stesso sindaco Vincenzo Mennella. Sono personalità che hanno fatto grande non solo Lacco Ameno, ma tutta l’isola d’Ischia. Doveroso ricordarli.»

 

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close