CRONACAPRIMO PIANO

Via Antonio De Luca resta al buio, troppi rischi per automobilisti e pedoni

Gennaro Savio e il Pciml lanciano nuovamente l’allarme dopo che il problema legato alla pubblica illuminazione nella stradina ischitana pareva essere stato risolto

Circa una settimana fa, e solo a seguito del provvidenziale intervento della Polizia di Stato interpellata in quanto a nulla erano serviti gli appelli pubblici rivolti agli amministratori comunali, dopo tre lunghi giorni di completa oscurità, in via Antonio De Luca tornarono ad accendersi le luci. Ebbene, a dimostrazione che in questa settimana il problema non è stato definitivamente risolto, stasera venerdì 12 aprile 2019 a Casalauro è di nuovo buio pesto, con gravi pericoli che questo comporta per pedoni, scooteristi ed automobilisti. Intanto l’amministrazione comunale mentre nonostante i nostri appelli, non ha provveduto ancora a far risolvere definitivamente il problema relativo del guasto all’impianto di pubblica illuminazione e non ha provveduto a far rimuovere le erbacce che costeggiano la strada sino ad invaderne la carreggiata, a Casalauro la si è vista solo per elevare multe. Come dire.

Quando c’è da stare accanto alla cittadinanza risolvendo i problemi e facendo, così, semplicemente il proprio dovere politico e istituzionale, l’amministrazione comunale di Enzo Ferrandino è puntualmente latitante, quando invece si devono elevare le contravvenzioni, l’amministrazione è puntuale ed efficace. Multe sacrosante in quanto in zona vige il divieto di sosta, per carità, ma i residenti sanno bene che qui la sosta selvaggia si verifica a causa della totale mancanza di posti per poter parcheggiare le auto. Posti auto che l’amministrazione, nonostante la proposta del PCIM-L guidato dal Segretario generale Domenico Savio, continua a non voler ricavare lungo la strada e neppure si adopera per creare un parcheggio così come giustamente fu fatto qualche anno fa a Sant’Alessandro dove per decenni, a causa della mancanza di un’area di sosta, i residenti erano costretti a parcheggiare sul marciapiede in piena curva. Evidentemente per il Comune è più redditizio far fioccare multe che risolvere il problema della totale mancanza di parcheggio, altrimenti non si spiega perchè non ci si mette a lavoro per risolverlo, nonostante le proteste dei cittadini. Cittadini a cui non ci resta che dire una cosa. Dell’abbandono sociale a cui lor signori amministratori hanno condannato Casalauro dove si continua a non voler garantire il diritto al parcheggio dei residenti con la creazione dei necessari posti auto, e del silenzio assordante dell’inutile, politicamente parlando per gli interessi collettivi, minoranza consiliare del duo Gianluca Trani-Domenico De Siano, ricordatevene alle prossime elezioni amministrative che inesorabilmente si stanno avvicinando.

Non date più a nessuno la possibilità di calpestare la vostra dignità di cittadini che pagano le tasse. Non date più a nessuno la possibilità di mortificare il vostro quartiere con il vergognoso abbandono sociale a cui è stato rilegato negli ultimi decenni. Noi dirigenti del PCIM-L, dal canto nostro, nonostante ancora non presenti in Consiglio comunale, continuiamo a rappresentare, con modestia ed impegno, la voce popolo ischitano, perchè per noi comunisti, al contrario di chi difende gli interessi delle potenti lobby economiche del paese, svolgere attività politica rappresenta una missione da mettere sempre ed esclusivamente al servizio dei più deboli e degli ultimi della società. L’appello che facciamo al sindaco Enzo Ferrandino è quello che si intervenga ad horas per risolvere il guasto all’impianto della pubblica illuminazione di via Antonio De Luca. E’ una questione di sicurezza, più che un semplice disagio. In ogni caso, se malauguratamente dovesse scapparci l’incidente, grazie alle nostre segnalazioni e testimonianze pubbliche, nessuno, ma proprio nessuno, potrà dire “ma io non sapevo” ed ognuno, a quel punto, dovrà assumersi le proprie responsabilità.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close