ARCHIVIO 4CULTURA & SOCIETA'

Via Baldassarre Cossa: i cittadini si riuniscono per piantare gli oleandri

 

Ischia – Si sono rimboccati le maniche e, nonostante il forte vento che c’era lunedì mattina, hanno piantato nuovi oleandri in quelle aiuole che la Città Metropolitana aveva chiuso con il cemento in seguito a dei lavori che interessarono via Baldassarre Cossa. Si sono messi a lavoro i cittadini di Sant’Alessandro, difensori della bellezza naturale che, fino a qualche anno fa, padroneggiava quella strada che collega Ischia a Casamicciola dando sul panorama mozzafiato del porto. E davano colore quegli oleandri che, fin dagli anni ’50, erano caratteristici di quella strada, almeno fino a due o tre anni fa.  Così, dopo aver incontrato il Sindaco Enzo Ferrandino, lunedì scorso, alcuni volontari della zona hanno provveduto a tagliare i polloni di alcuni oleandri ormai diventati cespugli incolti, lasciando un piccolo getto centrale dal quale si potrà rapidamente sviluppare una pianta alta e rigogliosa come quelle preesistenti. «Un segnale – scrive Annamaria Rossi, tra i cittadini coinvolti – per gli operai che successivamente dovrebbero eseguire la stessa operazione per permettere il ripristino di tutta la vegetazione». Con cesoie e buona volontà si sono dati appuntamento alle 9.30 di lunedì aprendo a tutti quest’iniziativa di cittadinanza attiva.Speriamo che gli oleandri tornino ad essere belli come qualche anno fa. Aspettiamo che i veri addetti facciano un buon lavoro». Risale al dicembre del 2017  una nota di fuoco che il Sindaco mandò alla Città Metropolitana nella quale diffidò il sindaco metropolitano de Magistris, responsabile dell’intervento di “eliminazione di aiuole ove risultavano piantumate piante di oleandro e essenze arboree proprie della flora mediterranea”. All’epoca, oggetto della missiva, non era soltanto via Baldassare Cossa, ma anche il perimetro di altre strade di competenza della  Città Metropolitana, dove era provveduto a interventi di manutenzione dei marciapiedi anche mediante eliminazione delle aiuole ove risultavano piantumate – fin dalla storica realizzazione del tratto viario – piante di oleandro e/o essenze arboree proprie della flora mediterranea. “Le piante lungo il percorso – così scriveva il Sindaco alla Città Metropolitana –  erano parte integrante del paesaggio dell’isola, nel tratto di collegamento fra i Comuni di Ischia e Casamicciola, anche in prossimità del belvedere posto sul tratto di strada di via Baldassarre Cossa che si affaccia sul porto di Ischia. E’ appena il caso di far rilevare che l’eliminazione delle aiuole mediante impermeabilizzazione delle loro sedi, risulta vietato dalle norme contenute nelle disposizioni di attuazione del Piano Territoriale Paesistico dell’Isola d’Ischia, che esclude ogni intervento volto alla eliminazione del verde pubblico ed impone la piantumazione di alberi della stessa specie di quelli rimossi a causa dei lavori o per altre cause”. Dalla diffida alla richiesta di ripristinare le aiuole eliminate, per provvedere alla piantumazione di alberi di oleandro, all’azione diretta dei cittadini per dare un segnale. ISPU

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close