Statistiche
CRONACA

15 milioni per i sette comuni isolani, ecco come saranno spesi

Il maxi finanziamento erogato dal Ministero dell’Interno per messa in sicurezza degli edifici e del territorio: tutti i progetti approvati a Ischia e nella vicina Procida nel dettaglio

Una boccata d’ossigeno per le asfittiche casse dei Comuni delle isole di Ischia e Procida che grazie ad una serie di cospicui finanziamenti potranno risolvere alcune ataviche criticità presenti sui territori. Con decreto del Ministero dell’Interno del 23 febbraio 2021, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze sono stati determinati gli enti locali ai quali destinare il contributo riservato esclusivamente ad investimenti legati all’effettuazione di opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio.

Per l’anno 2021, i contributi ammontano complessivamente a 1 miliardo e 850 milioni di euro. Una manna dal cielo, indubbiamente. Le modalità di attribuzione del contributo destinato a ciascun Comune è stato determinato secondo il seguente ordine di priorità che peraltro è esplicitamente previsto dalla norma: investimenti di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; investimenti di messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti; investimenti di messa in sicurezza degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà dell’ente.

Sono davvero significativi i progetti che sono stati approvati per i sei Comuni ischitani e la vicina Procida e va considerato anche che sulle isole arriverà qualcosa come circa quindici milioni di euro, una somma che mai gli enti locali avrebbero potuto permettersi il lusso di spendere con le loro scarse risorse

Sono davvero significativi i progetti che sono stati approvati per i sei Comuni ischitani e la vicina Procida e va considerato anche che sulle isole arriverà qualcosa come circa quindici milioni di euro, una somma che mai gli enti locali avrebbero potuto permettersi il lusso di spendere con le loro scarse risorse. Nello specifico i fondi sono stati così distribuiti: 2,5 milioni a testa per Ischia, Casamicciola, Barano Forio e Procida, circa 1 milione per Lacco Ameno e Serrara Fontana.

Nel comune di Barano gli interventi riguardano innanzitutto la messa in sicurezza della rete sentieristica, attraverso il ripristino e la manutenzione della stessa. In particolare, si interverrà per rendere fruibili alcuni dei sentieri più affascinanti e suggestivi del nostro territorio, come il Sentiero del grande cratere (che, tra le altre, tocca le zone di Buceto, Piano San Paolo e Cretaio), il Sentiero delle Baie (Sgarrupata) ed il Sentiero delle antiche cantine (Buonopane). Un altro intervento riguarderà il recupero dell’ex alveo di località Cava Cappella, a Buonopane, attraverso la realizzazione di muri di contenimento dei terrapieni latistanti. Infine, un ultimo intervento riguarderà la messa in sicurezza del tratto terminale di via Schiappone e della Piazzetta sovrastante la Pineta di Fiaiano, attraverso interventi di realizzazione di muri di contenimento (laddove mancanti) e di consolidamento di quelli esistenti.

Ads

Nello specifico i fondi sono stati così distribuiti: 2,5 milioni a testa per Ischia, Casamicciola, Barano Forio e Procida, circa 1 milione per Lacco Ameno e Serrara Fontana

Ads

Nel comune di Ischia i tre progetti riguardano tutti la baia di Cartaromana con la messa in sicurezza del costone sottostante la chiesa di S.Anna per il ripristino della stradina di collegamento con la Torre di Michelangelo; la messa in sicurezza del costone soprastante la spiaggia di Cartaromana e del costone in località Cartaromana. Per il comune di Forio sono state approvate tutte e tre le progettualità presentate e che riguardano i lavori di messa in sicurezza delle zone a rischio idrogeologico in località “Carano”, “Basso Cappella” e “Scogli degli Innamorati”. A Casamicciola, i tre progetti per la mitigazione del rischio idrogeologico riguardano la località ex Cava Baino (tra il Cretaio e Cava Pozzillo); la località Piccola Sentinella e la località Paradisiello.

Il contributo è stato attribuito seguendo questi criteri: investimenti di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; investimenti di messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti; investimenti di messa in sicurezza degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà dell’ente

Il Comune di Procida, che chiude il gruppo di comuni isolani finanziati per 2 milioni e mezzo di euro, ha partecipato candidando la messa in sicurezza del costone della spiaggia della Chiaia. Con un importo pari a circa 1 milione di euro, il comune di Serrara Fontana è l’unico che dedicherà i fondi non tanto alla mitigazione del rischio idrogeologico, quanto alla essa in sicurezza di edifici e strade.

E’ stato finanziato un progetto che riguarda un edificio comunale (ex scuola Ciglio); più corposo il finanziamento per l’intervento di messa in sicurezza di diversi tratti di strada. Infine , il comune di Lacco Ameno, per un importo pari a 800mila euro intende intervenire per la messa in sicurezza del costone della spiaggia di Varulo, progetto non semplice perché bisognerebbe condividere la progettazione almeno per una parte con un privato; poi l’altro progetto riguarderà la messa in sicurezza del costone a monte e valle del campo sportivo.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x