Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

2021 come il 2020, deja-vu pasquale anche a Ischia

Il fine settimana che caratterizzava da sempre l’inizio della stagione turistica per la nostra isola si celebra per il secondo anno consecutivo in tono minore e con un clima davvero surreale

L’anno scorso fu il lockdown e la presa di coscienza che per la prima volta quel motto che recitava “Pasqua con chi vuoi” poteva andare a farsi benedire. Un qualcosa di irripetibile, pensarono anche i più pessimisti, e invece ecco che a distanza di 12 mesi la scena si ripete, come un deja-vu. Dal 2020 al 2021, stavolta si chiama zona rossa o zona rossa rafforzata ma nella sostanza non cambia nulla. Ad Ischia niente apertura della stagione turistica, niente overbooking nelle strutture ricettive, niente porti presi d’assalto. Niente di niente, nemmeno le abbuffate con tavolate chilometriche e nemmeno la classica scampagnata di Pasquetta che da queste parti – considerata anche la generosità di madre natura – è sempre un piacere qualsiasi soluzione si scelga.

Sarà dunque un’altra Pasqua davvero surreale, quella che vivremo oggi e domani, ma in fondo anche le strade semivuote che abbiamo avuto modo di ammirare nella giornata di ieri sono state una “cartolina” che non avremmo mai pensato di poter rivedere ancora una volta. Verrebbe voglia di darsi appuntamento al 2022 per una Pasqua normale, ma non lo facciamo, ormai temiamo di “tirarcela” da soli pur non essendo scaramantici. Nel frattempo, però, nel farvi gli auguri, vi lasciamo alle riflessioni di alcuni isolani che abbiamo raccolto in questo nostro focus.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x