CULTURA & SOCIETA'

30 anni di “mare sicuro” della Guardia Costiera sulla nostra isola Assistenza, vigilanza e soccorsi: l’attività meritoria del Circomare

ORMAI GIUNTA AL 30ESIMO ANNO L’OPERAZIONE “MARE SICURO” PER LA SICUREZZA DELLA NAVIGAZIONE E LA SALVAGUARDIA DEI BAGNATI, DIPORTISTI E SUBACQUEI A SOSTEGNO DEL TURISMO NAUTICO E BALNEARE DELL’ISOLA D’ISCHIA - La Capitaneria del Porto di Ischia con presidi distaccati di controllo ed assistenza in mare anche nei porti di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio, può dirsi di essere la più attiva nel Golfo di Napoli. La verifica positiva e confortevole e data dal fatto che nello scorso ultimo fine settimana sono state numerose le chiamate di soccorso pervenute alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Ischia da parte di diportisti e bagnanti in difficoltà.La Capitaneria del Porto di Ischia con presidi distaccati di controllo ed assistenza in mare anche nei porti di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio, può dirsi di essere la più attiva nel Golfo di Napoli. La verifica positiva e confortevole e data dal fatto che nello scorso ultimo fine settimana sono state numerose le chiamate di soccorso pervenute alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Ischia da parte di diportisti e bagnanti in difficoltà

Assistenza, vigilanza, sequestri, salvataggi immediati, soccorsi di vario tipo, regole da far rispettare e sanzioni per chi le disattende, rappresentano il dispositivo nella sua complessità ed ampiezza con cui i militari della Marina della Guardia Costiera, operativi in tempi continui, garantiscono la sicurezza nel mare intorno all’sola d’Ischia, al largo di essa, lungo la sua costa ed in prossimità delle sue spiagge. Sono operazioni che esulano da quelle cosiddette di routine,mirate invece alla protezione ed all’assistenza diretta dei bagnanti e dei diportisti in questo periodo della prima fase “calda” della stagione estiva 2020, segnata purtroppo dalla emergenza sanitaria da Coronavirus-Covid-19 ancora presente e da non sottovalutare.

IL COMANDANTE DEL CIRCOMARE
TV ANDREA MEILONI

A guidare gli uomini della Guardia Costiera è il Tenente di Vascello Andrea Miloni attento e scrupoloso nel suo incarico di Comandate del l’Ufficio Circondariale Marittimo-Capitaneria del Porto di Ischia. Il Comandante Miloni originario di Viterbo,, ha frequentato il corso Normale presso l’Accademia Navale di Livorno dove ha conseguito la laurea in Scienze del Governo e dell’Amministrazione del Mare. Questo e’ il suo primo incarico di comando. Al riguardo va rilevato che il 20 luglio scorso è ricorso il 155° anniversario d dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto. Infatti era il 20 luglio del 1865, quando re Vittorio Emanuele II firmava il Decreto istitutivo che sanciva ufficialmente la nascita del Corpo. La Capitaneria del Porto di Ischia con presidi distaccati di controllo ed assistenza in mare anche nei porti di Casamicciola, Lacco Ameno e Forio, può dirsi di essere la più attiva nel Golfo di Napoli.

La verifica positiva e confortevole e data dal fatto che nello scorso ultimo fine settimana sono state numerose le chiamate di soccorso pervenute alla Sala Operativa della Guardia Costiera di Ischia da parte di diportisti e bagnanti in difficoltà. La presenza dei mezzi navali in servizio di attugliamento ha garantito un tempestivo intervento del personale della Guardia Costiera, assicurando l’immediata assistenza. In particolare, nella giornata di sabato 18 luglio scorso il gommone GC 316 ha prestato soccorso ad una diportista nella zona di S. Angelo, la quale – a seguito di un lieve malore – è stata condotta in porto dove era presente personale del 118 che ha fornito adeguata assistenza sanitaria. Le ulteriori chiamate di soccorso hanno invece riguardato principalmente unità in avaria.

Per tale ragione, la Guardia Costiera raccomanda a tutti i diportisti di verificare sempre le dotazioni di sicurezza e l’efficienza dell’unità prima di intraprendere la navigazione, soprattutto dopo lunghi periodi di sosta o di lavori dell’unità. Numerosi anche i controlli in materia di sicurezza della navigazione che hanno riguardato nel complesso oltre 80 unità da diporto nel corso dell’ultimo fine settimana. Dai riscontri sono stati elevati 15 verbali amministrativi, principalmente per la presenza di acquascooter in area marina protetta e per unità sprovviste della prevista autorizzazione. Per quanto concerne i porti, sono stati oltre 31 mila i passeggeri registrati in arrivo nel corso dell’ultimo fine settimana, a fronte di oltre 24 mila passeggeri in partenza.

Soprattutto nella giornata di domenica 19 luglio si è registrato un dato rilevante di partenze, con oltre 10 mila passeggeri partiti dal porto di Ischia. Sia i volontari della Protezione Civile che il personale delle forze di polizia locali hanno assicurato supporto in banchina. Già dal maggio scorso, con la stagione estiva che si preannunciava alle porte, il personale della Guardia Costiera era in stato di allerta per il controllo della costa. Primi interventi si resero necessari alla Cava dell’isola a Forio, nel porto di Sant’Angelo ed a Cartaromana di Ischia. L’obiettivo era di prevenire e reprimere eventuali illeciti in materie ambientali e demaniali.

Ads

Infatti alla spiaggia di Cava dell’isola sono stati riscontrati e bloccati con la denuncia del caso, presenza di materiale liguido bianco inquinante, a Cartaromana sequestro di uno scarico abusivo, mentre a S.Angelo sono stati effettuati interventi di campionamento ambientale e prelievo di schiuma bianca per le opportune analisi che poi sono risultate senza elementi di inquinamento ma solo “bloom” di alghe . A Giugno 20 operazioni di controllo hanno portato gli uomni della Guardia Costiera a scoprire attività illecita di pesca sportiva il cui pescato era stato venduto a ristoranti di Ischia.Nei giorni scorsi il personale della Guardia Costiera di Ischia si è distinto in utili esercitazioni per mare e in banchina per arginare eventuali incendi con l’intervento delle motovedette ormeggiatori del porto e vigili del fuoco.

Ads

Foto Giovan Giuseppe Lubrano

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button