Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5PRIMA PAGINA

Ischia, giovane isolano ottiene lo “sbattezzo”

di Francesco Castaldi

ISCHIA – Abiurare la fede cattolica. Un atto che fino a qualche secolo fa sarebbe costata la vita all’apostata di turno, che dopo un sommario processo da parte del tribunale della Santa Inquisizione sarebbe stato messo al rogo o, in alternativa, impiccato. Fortunatamente siamo nel 2016, ed ognuno di noi ha la possibilità di decidere se credere o meno in Dio. Desta tuttavia curiosità la vicenda di Claudio Cervera, il primo ischitano che a memoria d’uomo abbia deciso di condividere pubblicamente una scelta così importante. «Sbattezzato!», scrive Claudio sulla propria bacheca Facebook a poche ore dalla lettera sottoscritta da don Giuseppe Nicolella, parroco della chiesa di Sant’Antonio Abate. «Da oggi 13 dicembre 2016 – prosegue il giovane ischitano – sono ufficialmente non iscritto e non più aderente all’associazione della Chiesa cattolica».

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x