ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

La coperta corta dei “poveri” isolani

Rosa Maria Di Iorio (*)

La notizia della requisizione dell’immobile sito in via Castanito sconvolge il mondo della disabilità isolana.

Il suddetto immobile era stato dato in comodato dalla Parrocchia di Santa Maria Maddalena alla Diocesi per la creazione di una Casa di Accoglienza rivolta ai diversamente abili, in particolare ai ragazzi autistici e alle loro famiglie.

Il Vescovo Mons. Pietro Lagnese si era fatto carico della loro quotidiana sofferenza e, coinvolgendo diverse realtà associative, si era prodigato per la realizzazione di questo progetto che mirava all’inclusione e all’integrazione sociale dei disabili, cercando di dare una minima risposta alle innumerevoli problematiche che riguardano le persone disabili e i loro familiari, in primis il “dopo di noi”, problematiche alle quali né i Sindaci con i relativi Servizi Sociali, né l’Asl, erano riusciti a proporre adeguate soluzioni.

Le energie profuse in tal senso erano state proficue e finalmente si intravedeva una speranza per il futuro!

L’Associazione I.Sole d’Amore Onlus non vuole generare polemiche, assolutamente consapevole del disagio che le popolazioni terremotate e, in particolare nel caso che ci occupa, le scolaresche di Casamicciola e le loro famiglie, stanno vivendo a causa del tragico evento che le ha colpite, ma chiede con forza che il Sindaco in questione, nella persona del Dott. Giovan Giuseppe Castagna, riveda la decisione intrapresa, soprattutto alla luce del fatto che al momento lo stabile non è assolutamente idoneo ad accogliere la Scuola dell’Infanzia e servirebbero interventi lunghi e costosi per adeguare tale struttura alle normative antisismiche vigenti.

Un grande lavoro di progettualità, in sinergia con le Associazioni, era stato svolto onde reperire risorse economiche per la realizzazione dei lavori di adeguamento, al fine di rendere tale struttura antisismica.

Quindi ben conosciamo i tempi e gli investimenti economici necessari.

A questo punto, ci domandiamo: quanto tempo ancora dovranno aspettare i bambini di Casamicciola Terme per avere la Scuola Materna?

E questa soluzione, a che costo?

Tutto ciò può accadere a discapito di chi su quest’isola non ha né una voce né un futuro?

I.Sole d’Amore, al fianco di Genitori Autismo Ischia, sollecita una riflessione ed un tavolo di lavoro per analizzare in profondità la situazione che si è venuta a creare.

Non vorremmo assistere all’ennesima guerra tra poveri!

(*) Presidente dell’associazione I.sole d’amore Onlus

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close