CULTURA & SOCIETA'

70 anni del vespa club Italia, il “grazie” del presidente Guarino

“Nulla sarebbe stato possibile senza l’infaticabile lavoro dei membri più attivi del Club che ancora una volta si sono dimostrati la vera forza di questa associazione”

Amicizia e passione alla base del 1 raduno Nazionale del Vespa Club Isola d’Ischia celebrato lo scorso week end sulla nostra isola. Tre giornate di sole estivo e panorami dai colori che rapiscono hanno accolto le 103 vespe e i circa 160 partecipanti provenienti da diverse zone dello Stivale. Dal Trentino alla Sicilia passando per Roma e l’Emilia Romagna senza dimenticare paesi d’oltreconfine come la Germania e il Belgio che hanno reso questo primo raduno un’occasione di ritrovo internazionale per gli appassionati dello scooter per eccellenza: la Vespa. Dalla categoria Classica alle nuove Elettroniche di ultima generazione si sono ritrovate al Piazzale delle Alghe dove hanno preso parte alla simpaticissima “Gara di lentezza”. I partecipanti infatti dopo l’iscrizione sono stati chiamati a sfidarsi andando a ridurre la velocità delle loro vespe al minimo, allontanando il ricordo delle corse frenetiche quotidiane che caratterizzano il mondo occidentale.

Il Design Italiano dall’inconfondibile schioppettare della Vespa, si è disseminato lungo i luoghi più belli della nostra isola senza dimenticare una tappa importante con la visita al monumento che in assoluto più ci rappresenta: il nostro amato Castello Aragonese. Castello che il Vespa Club Isola d’Ischia, col suo Presidente Francesco Guarino, ha voluto quale parte integrante del logo del Club già dal 2014, anno della sua fondazione. “È con orgoglio che il nostro Club ha realizzato questo raduno – dichiara il Presidente Guarino – che ha rappresentato la Campania in occasione del settantesimo anniversario della fondazione del Vespa Club d’Italia. Un lavoro che ci ha gratificato molto ma anche molto impegnato nell’organizzare un programma fitto e utile a presentare il meglio che la nostra isola ha da offrire.”Infatti la mostra statica lungo il Corso di Forio e in Piazza Santa Restituta in occasione della Cena di Gala al Regina Isabella, ha visto con il giro dell’isola e la sosta al bel vedere di Serrara Fontana, un ideale abbraccio culminato col periplo dell’isola in motonave di domenica 29 settembre. “Si è voluto con questo raduno presentare il nostro giovane Club a tutti gli appassionati d’Italia e d’Europa. In questi pochi anni dalla fondazione è divenuto già punto di riferimento per i numerosi vespisti che si sono susseguiti sulla nostra isola coi propri mezzi e non solo. Infatti siamo stati parte attiva per l’indimenticabile trentesimo raduno del Registro Storico Vespa del 2017 coadiuvando il Vespa Club Napoli nella realizzazione. Ma nulla sarebbe stato possibile senza l’infaticabile lavoro dei membri più attivi del Club che ancora una volta si sono dimostrati la vera forza di questa associazione. Un grazie particolare va a loro e alle sei Amministrazioni Comunali dell’Isola.”

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close