ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5POLITICA

A Dionigi Gaudioso

Caro Dionigi, lo scambio di idee dell’altro giorno avuto con te mi ha convinto che vuoi fare qualcosa di concreto per il tuo Comune. Abbiamo parlato dello sfascio del territorio baranese ai Pilastri e nella piana di Piedimonte e mi hai detto che ti darai da fare per un piano di recupero. Mi dicevi della creazione di qualche posto di lavoro nel nuovo insediamento di Testaccio. Ti rammaricavi che molti baranesi devono cercare lavoro in ambito turistico negli altri comuni. Gira e rigira e pensandoci attentamente, ti avvio in un percorso difficile da seguire ma che potrebbe essere di sviluppo per la tua comunità. Mi riferisco al  glamping. Che significa fascino intenso, bellezza affascinante, da glamour + camping.

In un territorio distrutto dalle costruzioni e ingessato dai vincoli di tutti tipi solo questo tipo di turismo può prendere piede a Barano ed anche a Fontana. Non deturpa il paesaggio, le strutture sono mobili e la cosa più interessante è che i coglioni albergatori che hanno reso l’ospitalità così di basso livello,verrebbero spiazzati e dovrebbero correre ai ripari se nei posti eccezionali dei boschi di Barano ed Epomeo installassimo mille tende di lusso e creassimo un posto incantevole per ricevere gli ospiti in questo segmento turistico che sta prendendo piede in tante zone del mondo. E non si tratta di un segmento di gente che ha pochi soldi per le vacanze ma di un segmento da ricchi ospiti.

Se su internet batti “Glamping” puoi farti tutta la cultura necessaria per affidare ai tecnici lo sviluppo di un progetto. Devi pensare che il mondo è pieno di soldi da investire. Per la qual cosa, evidentemente, basta un progetto ben fatto e studiato, che possa produrre utili e che non incontri ostacoli burocratici che rallenterebbero l’esecuzione del progetto stesso. Ti auguro una buona ricerca e se vuoi sono a tua disposizione. Ti ricordo che alcuni anni fa con Michele Iacono e tuo padre tentammo l’albergo diffuso. Ti ricordo che tentammo con papà la trasformazione dei boschi da castagne in marroni. Ti ricordo che con Michele creammo il sistema di far vendere direttamente dai contadini all’utente finale i prodotti agricoli. Se tutte queste cose sono fallite per la mentalità della tua gente, che fai? Ti fermi? Non sia mai detto. Buona fortuna.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex