CULTURA & SOCIETA'PRIMO PIANO

A Forio il Carnevale inclusivo, festa in maschera e tanti amici

A organizzarlo tante realtà associative come Genitori autismo, Asat, Ischia zero sei, Arkè, Giuseppe Natale e i.sole d’amore che ha festeggiato così i 15 anni di attività

Una bellissima festa che ha fatto dell’inclusione e del divertimento le sue caratteristiche principali. SI è tenuto domenica scorsa a Forio “Carnevale insieme”, la festa organizzata da diverse realtà associative del territorio che si occupano di disabilità. In prima linea l’associazione Genitori autismo insieme con Cavalieri dell’Isola Verde, ASAT coop sociale onlus,Spazio Zero Sei, Arkè, centro Giuseppe Natale e i.sole d’amore che ha festeggiato così i suoi primi 15 anni di attività.

Un evento completamente gratuito, ma con finalità esclusive che ha vistobaby dance, spettacoli di magia e di bolle, laboratori, personaggi animati per selfie e abbracci, giochi e Balloon Art. Una divertente animazione a cura di Party Tres Jolie che ha visto l’inclusione dei ragazzi disabili in piazza per divertirsi insieme a tutti i ragazzi del territorio. «Abbiamo così voluto ringraziare – ha dichiarato la dott.ssa Carmela Esposito responsabile clinico dell’Associazione Genitori Autismo – il Comune di Forio per la disponibilità che, da sempre, ha avuto nei confronti della nostra Associazione».Una bellissima festa che ha calato il comune turrita nell’atmosfera del Carnevale che continua, oggi, martedì grasso, con la 102esima edizione del Carnevale di Monterone.

Un momento anche per festeggiare i primi quindici anni dell’associazione i.sole d’amore, «abbiamo festeggiato insieme ai nostri amici: Genitori Autismo Ischia, coop. Asat e Arke e il Centro Giuseppe Natale in piazza San Gaetano, Forio, in occasione del carnevale. Una festa bella, di condivisione e allegria tra le realtà isolane che si occupano di disabilità. Un grazie di cuore a tutti agli organizzatori e auguri a tutti noi. Ad maioraI.sole d’amore». Scrive così Rosa di Iorio in rappresentanza della Onlus nata nel 2005 pervolontà del Coordinamento dei genitori degli alunni diversamente abili delle isole d’Ischia e Procida. Quello che queste associazioni fanno per l’isola è molto di più di una goccia nell’oceano e la serenità con cui ragazzi la frequentano i laboratori proposti da ciascuna di esse ne ètestimonianza. Sono tantissimi, purtroppo, i ragazzi che qui sull’isola convivono con una qualche disabilità, fondamentale offrire loro un’alternativa alla famiglia per stare insieme, in modo inclusivo con il territorio.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close