CULTURA & SOCIETA'

A Gianni Aterrano il premio “Per chi suona la campania”

A consegnarglielo presso la sua abitazione è stata l’attrice e regista napoletana Lucia Cassini, ideatrice del prestigioso Premio giunto alla sua terza edizione

Il Maestro Gianni Aterrano, straordinario pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra che con le sue composizioni ed arrangiamenti ha scritto la storia della musica nel nostro Paese, non avendolo potuto ritirare nel corso della terza edizione svoltasi nelle settimane scorse a Posillipo in quanto aveva da poco subito un delicato intervento chirurgico alle corde vocali, in questi giorni ha ricevuto il Premio “Per chi suona la Campania” direttamente a casa sua. A consegnarglielo è stata l’attrice e regista napoletana Lucia Cassini, ideatrice del prestigioso Premio che si è detta felice ed onorata di aver potuto omaggiare il Maestro con cui, durante la sua carriera artistica, ha lavorato gomito a gomito e col quale tra i tanti spettacoli realizzati insieme, ha condiviso ”Che bella cosa è ‘na serata ‘e sole”, lo spettacolo i cui testi erano di Dino Verde e la regia di Don Lurio.

Arrangiatore e accompagnatore di Sergio Bruni, Giacomo Rondinella, Maria Paris, Mario Abbate, Massimo Ranieri, Aurelio Fierro e la stessa Cassini, oltre che ad aver accompagnato in alcune serate Domenico Modugno, Claudio Villa e Gianni Morandi solo per citare alcuni dei grandi artisti con cui ha lavorato, Aterrano ricorda con immenso piacere la collaborazione avuta con il fratello della Regina Fabiola del Belgio. “Sono stato – ha raccontato il Maestro Aterrano – il pianista di Don Jaime de Mora y Aragona, fratello della Regina Fabiola del Belgio. E’ stato un uomo eccezionale. Pensa che con lui ho fatto quaranta serate”. Aterrano si è detto felice di aver ricevuto, direttamente dalle mani di Lucia Cassini, il Premio “Per chi suona la Campania” perché “oltre ad essere una grande amica – ha sottolineato -, Lucia Cassini è una grande artista”. Il Maestro Gianni Aterrano ha voluto dedicare il Premio ricevuto al Prof. Giuseppe Tortoriello che lo ha operato alle corde vocali: “Il Prof. Tortoriello è un’eccellenza campana e mi ha salvato la vita”, ha affermato Aterrano con grande riconoscenza. Il Maestro Aterrano e Lucia Cassini hanno approfittato dell’incontro odierno per rivivere i tempi d’oro della loro assidua collaborazione artistica. E così, il Maestro al piano e la Cassini al microfono, hanno duettato sulle note della famosa canzone “Addo’ sta’ Zaza’”. Cosa aggiungere. Nell’epoca del successo degli internauti da social poco intonati o addirittura stonati, le note prodotte dalle mani del grandissimo Maestro Gianni Aterrano sono musica dolce e soave per chi le ascolta. Grazie infinite di vero cuore, caro Maestro, per le emozioni che continuate a regalarci.

FOTO GAETANO FIORE 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex