CRONACA

A Lacco sampietrini “traditori”, l’opposizione invoca l’intervento dell’Utc

I consiglieri di minoranza Carmine Monti e Giovanni De Siano chiedono il ripristino della pavimentazione sul Corso dopo i “rappezzi” provvisori e i pericoli creatisi per i pedoni

Allarme sampietrini anche all’ombra del Fungo. Il pericolo della pavimentazione dissestata, dopo il serio episodio avvenuto alla Mandra a Ischia di cui vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, colpisce pure Lacco Ameno, in particolare in piazzetta del pontile.

L’ex sindaco Carmine Monti e il consigliere Giovanni De Siano hanno inviato una nota di segnalazione all’amministrazione, nella persona del primo cittadino Giacomo Pascale e del responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale architetto Alessandro Dellegrottaglie: «Visto l’avvicinarsi delle festività pasquali e con esse l’apertura della stagione turistica chiediamo ai responsabili di settore di provvedere immediatamente al ripristino della pavimentazione di piazzetta pontile V. Napoleone e di uno dei lampioncini insistente sulla stessa». La nota continua spiegando che  «le buche createsi nella pavimentazione di sampietrini sono state ricoperte con un orribile impasto di malta e il lampioncino versa in uno stato pietoso essendone distrutte due lampade su tre. Crediamo che un paese a vocazione turistica come il nostro non possa mostrare come biglietto da visita in pieno centro cittadino tale scempio. Ci auguriamo pertanto un tempestivo intervento».

Fra l’altro si sono registrati anche episodi critici in corrispondenza di quei punti dove la pavimentazione è parzialmente divelta: nei pressi del Bar “Triangolo” una signora è caduta in terra per essere incappata in una mattonella  staccatasi dal suolo. Dunque, oltre al decoro e all’estetica urbana, il problema riguarda anche la sicurezza di residenti e di visitatori che in questo periodo cominciano a popolare i vari alberghi del paese. Carmine Monti ha poi dichiarato: «Com’è possibile pensare di fare turismo, quando si viene da un inverno dove il paese è stato completamente abbandonato a se stesso? Per quale motivo continuiamo a pagare le tasse?». L’architetto Dellegrottaglie ha comunque garantito che l’ufficio tecnico si attiverà immediatamente per ovviare al problema in maniera definitiva.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close