CULTURA & SOCIETA'

Addio a Nadia Toffa: l’isola partecipe del dolore, nel 2015 vinse il Premio Ischia

«La tua gioia di vivere rimarranno impressi nel nostro cuore. È stato un piacere conoscerti. Siamo veramente addolorati”, così Benedetto Valentino»

La notizia della morte di Nadia Toffa, conduttrice televisiva e giornalista italiana, nota per la partecipazione al programma televisivo di Italia 1 Le Iene, ha sconvolto anche l’isola d’Ischia. Morta a 40 anni dopo aver lottato contro il cancro a dare la notizia con un lungo post è stata proprio la famiglia de Le Iene.

“E forse ora qualcuno potrebbe pensare che hai perso, ma chi ha vissuto come te, non perde mai. Hai combattuto a testa alta, col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all’ultimo, fino a oggi. D’altronde nella vita hai lottato sempre. Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta… il cancro, che fino a poco tempo fa tutti chiamavano timidamente ‘Il male incurabile’ e che, anche grazie alla tua battaglia, adesso ha un nome proprio.” A ricordarla, nella giornata di ieri, sono stati anche i fratelli Elio e Benedetto Valentino promotori del premio Ischia. Nel 2015 la Toffa fu premiata a Ischia come giornalista dell’anno della XXXVI edizione. “Autrice di reportage di raro coraggio ed efficacia per le iene:dal malcostume italiano nel mondo del lavoro,ai danni delle donne, alle truffe sanitarie, fino alle pericolose inchieste sul campo sull’Isis e chi rischia la vita per combattere il terrorismo.

Servizi,inchieste,reportage profonde,acute e spesso emozionanti,realizzate con impegno,fantasia e grande onestà intellettuale”. Questa la motivazione della giuria. Ed è stato sempre Benedetto Valentino a condividere il tweet del giornalista italiano Clemente Mimun che scrive “Quando proposi Nadia Toffa per il premio Ischia, trovammo l’unanimità: tutti le riconoscevano grande capacità nelle sue inchieste per le Iene. Ricordo anche le risate quando nell’ottobre scorso si presentò al Quirinale col suo bassottino”.La camera ardente al teatro Santa Chiara di Brescia, mentre i funerali saranno celebrati la mattina del 16 agosto alle 10:30 nella cattedrale della città. “Addio dolce guerriera – scrive il patron del Premio Benedetto Valentino – Il tuo sorriso e laTua gioia di vivere rimarranno impressi nel nostro cuore. È stato un piacere conoscerti. Siamo veramente Addolorati”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close