CRONACA

Adeguamento alvei, l’Utc del Capricho pronto a fornire la documentazione

In vista degli interventi strutturali di difesa del suolo, la Regione chiede al Comune di Casamicciola le informazioni progettuali disponibili

Entra nel vivo il progetto di adeguamento degli alvei lanciato dalla Regione. E numerosi comuni, come quello di Casamicciola, soggetti a endemica fragilità del territorio, sono chiamati a fornire la documentazione necessaria per dare attuazione al progetto. Quest’ultimo fu dapprima concepito dalla Giunta regionale con delibera n. 833/2017 nell’ambito del Programma operativo regionale (Por) per la Campania coi Fondi per lo sviluppo e la coesione (Fsc) 2014/2020, e denominato “start up del ripristino e adeguamento funzionale degli alvei e del patrimonio di interventi strutturali di difesa del suolo in Campania”. La Regione, con decreto n. 443 del settembre 2018, ha poi approvato il progetto che prevede una ricognizione preventiva delle opere di difesa del suolo situazione nel territorio regionale, per accertare eventuali criticità, a cui ovviare mediante idonei interventi di manutenzione, ripristino ed eventuale adeguamento funzionale.

Il servizio ricognitivo sarà eseguito da una società “in house” della Regione, la Campania Ambiente e Servizi Spa (Cas).  Proprio per gli scopi citati e per acquisire informazioni e documenti progettuali che consentano, nel corso dei sopralluoghi, di verificare lo stato di conservazione delle opere, la Cas è pronta a contattare l’ufficio tecnico comunale per concordare una data in cui verranno acquisite in contraddittorio copie digitali di alcune informazioni progettuali disponibili presso le sedi comunali. In particolare, per ogni progetto di difesa del suolo depositato agli atti del Comune, la Cas acquisirà una copia della seguente documentazione: la relazione tecnico-illustrazioni, l’inquadramento territoriale dell’opera, la planimetria delle opere di progetto, i disegni dei particolari delle opere di progetto, le visure catastali delle aree che sono state interessate dall’intervento, il piano di manutenzione dell’intervento stesso. Una prima nota della società venne inviata ai Comuni già in gennaio, ma a gran parte di essi non risultava giunta. Ecco quindi che la Cas si è attivata per le vie brevi, avvertendo i Comuni dell’imminente inoltro della richiesta: dunque anche al Capricho l’Utc ha avviato la preparazione della documentazione in attesa delle istanze della Cas.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close