Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Adesso il Covid torna a far paura

Per la prima volta dopo quasi due mesi si registra un aumento esponenziale dei contagi, che passano dai 40 della scorsa settimana agli attuali 102 come riferisce il report dell’Associazione Ingegneri Isola d’Ischia. Preoccupano i numeri di Forio, tre i pazienti ricoverati al Rizzoli

Non è ancora il caso di lanciare l’allarme. Per quello ci ha pensato il governatore Vincenzo De Luca, come spiegheremo più avanti. Ma una cosa è certa: dopo il boom di contagi da coronavirus registrato nel mese di agosto (e che tutto sommato ci poteva pure stare, se si considera l’enorme afflusso di turisti – e dunque di contaminazione esterna – presente sul territorio) a cui aveva fatto seguito un crollo dei positivi al covid, ecco che adesso la curva dei contagi sull’isola torna a salire. Ed è chiaro che un pizzico di preoccupazione serpeggia eccome. Si dirà che la stagione autunnale è foriera di queste impennate e che magari il fenomeno non riguarda soltanto Ischia ma l’intero Stivale, ma è chiaro che ci troviamo dinanzi a fenomeni che devono essere analizzati con attenzione e non possono essere sottovalutati. Da monitorare è soprattutto il mondo della scuola, che rappresenta un anello debole della catena: la testimonianza palpabile è che sia a Ischia che a Forio (ma anche altrove) ci sono diverse classi in quarantena, anche se non si registrano ad oggi pericolosi focolai. I dirigenti per adesso si limitano a disporre la didattica a distanza per coloro che vengono a contatto con un positivo.

A scattare la fotografia dello stato dell’arte sull’isola d’Ischia è ancora una volta il report diffuso dall’Associazione Ingegneri locale, aggiornato a giovedì 28 ottobre e dunque recentissimo. Dal report in questione emerge che il numero di attuali positivi sull’isola è di 102. Un balzo in avanti esponenziale e percentualmente preoccupante se si considera che appena una settimana fa i casi erano 40. Nell’ultima settimana sono stati 75 i nuovi casi e solo 31 i guariti. Nel comune di Forio la situazione è preoccupante poiché ci sono ben 61 positivi, in una settimana si è registrato un aumento di 36 casi in appena sette giorni. Anche nel comune di Ischia si passa dai 3 casi della scorsa settimana ai 15 di quella corrente, piccoli aumenti poi a Serrara Fontana (dove ci sono 5 nuovi casi), lo stesso a Lacco Ameno e a Casamicciola i positivi passano da 8 a 15. Il comune di Barano è l’unico in controtendenza e, dopo aver avuto per settimane un numero di positivi più alto rispetto a quello degli altri comuni oggi è l’unico in discesa con soli due casi positivi sul proprio territorio.

Segnali poco incoraggianti arrivano anche dall’ospedale Rizzoli dove c’era la speranza che il reparto covid potesse essere soltanto un lontano ricordo e invece le cose non stanno così. Si registrano infatti tre nuovi ricoverati dopo che invece la settimana scorsa il nosocomio lacchese non aveva pazienti affetti da contagio da coronavirus. E la lenta risalita dei positivi non lascia presagire nulla di buono nemmeno in prospettiva. Sul fronte vaccini, la situazione si è completamente impantanata ma questo è anche scontato se si considera che la percentuale di cittadini isolani che ha fatto il proprio dovere è davvero elevata. Anche in questo caso i numeri non mentono, nell’hub ubicato presso il Palazzetto dello Sport di Fondobosso vengono inoculate al massimo un centinaio di dosi a settimana, quando va di lusso. Si sta procedendo, a rilento, con le terze dosi. Il paradosso è che al 15 ottobre, se l’80% della popolazione isolana over 12 è stata vaccinata per l’80%, soltanto il 62% ha completato al momento il ciclo vaccinale e c’è un 20% di popolazione che rifiuta la vaccinazione. Un dato non irrilevante e che va preso in considerazione. Dunque, anche l’isola d’Ischia si appresta a vivere una quarta ondata bis, anche sell’isola – grazie alla vaccinazione – ha dimostrato di poter reggere anche un urto forte come quello avuto nei mesi estivi. Da luglio si sono avuti 916 casi e 8 deceduti, 807 sono state le persone che hanno vinto la sfida contro il covid.

A proposito, in apertura dicevamo del governatore. Che ieri, durante la consueta diretta Facebook del venerdì, è stato categorico: ”“La situazione del covid comincia a essere preoccupante. Oggi abbiamo in Campania 654 positivi con un tasso 5,23% sui tamponi fatti. E’ un dato che deve preoccupare, stiamo registrando ormai da due settimane la tendenza all’aumento dei positivi”. “La metà – ha aggiunto – sono persone non vaccinate e quelli che vanno in ospedale sono quasi al 100% non vaccinati. Ma un altro 50% è di cittadini vaccinati con doppia dose, questo vuol dire che la capacità di protezione del vaccino si va esaurendo, e quindi servirà una campagna di massa di vaccinazione con terza dose. Io l’ho già fatta venerdì e come vedete, toccando ferro, godo di ottima salute, ma la soglia di protezione coi mesi diminuisce e non impedisce il contagio”.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
L'Australiano

Almeno la categoria di giornalisti avra’ di che scrivere….che noia sarebbe senza questo “dare i numeri”

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex