ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Affidamento Indiana Park, siamo al verdetto finale

di Sara Mattera

BARANO D’ISCHIA – Ancora un nulla di fatto per l’affidamento della gestione del Parco Avventura di Fiaiano. Qualche settimana fa, come ricorderete, attraverso le pagine del nostro quotidiano, vi abbiamo anticipato che era ormai in dirittura di arrivo l’apertura dei plichi contenenti le offerte per la gestione dell’Indiana Park baranese.  Il bando era stato pubblicato agli inizi di aprile per poi essere annullato e ripubblicato una seconda volta a causa di alcune discrepanze riscontrate tra la delibera approvata dalla Giunta Comunale di Barano e il bando stesso. Mentre infatti  la delibera di Giunta sanciva l’affidamento del Parco Avventura a soggetti privati o associazioni con un contratto di gestione della durata di almeno 15 anni ed un canone annuo non inferiore ai 3000 euro, il bando, stilato dall’ingegnere Crescenzo Ungaro, responsabile del V Settore di Barano, ne sanciva invece l’affidamento per un minimo di 10 anni. Un bel pastrocchio, insomma, che ha contribuito certamente a rallentare la procedura per l’affidamento del parco. Procedura, tutt’ora, in corso.

Nonostante l’apertura dei plichi e la verifica delle offerte siano avvenute lo scorso 2 giugno, ad oggi la questione dell’affidamento del Parco Avventura è ancora in alto mare. La commissione di valutazione, infatti, starebbe ancora valutando la documentazione in suo possesso, essendo state riscontrate alcune anomalie nell’unica domanda pervenuta per il bando di gestione. Una situazione, quest’ultima, non unica nel suo genere. Anche lo scorso anno, all’indomani della valutazione delle offerte per il bando, vennero riscontrati alcuni problemi nella presentazione delle domande, circostanza che determinò la chiusura del parco per l’intera stagione estiva. L’Indiana Park – lo ricordiamo – venne chiuso  nel maggio del 2015 allo scadere della convenzione tra il Comune di Barano e la Wild Adventure, società che per quasi sette anni aveva avuto in gestione il parco fiaianese, rendendolo un luogo di svago e di divertimento per tanti ragazzi e bambini.

A presentare anche questa volta domanda per il bando è  stato Antonio Gebbia della Wild Adventure, che è intenzionato a riprendere in mano le redini del Parco Avventura. Il copione dello scorso anno – se così vogliamo definirlo – sembra che si stia ripetendo, e ciò non fa certamente ben sperare nella pronta apertura dell’Indiana Park. All’indomani dell’inizio dell’estate, infatti, il parco resta, ancora una volta, chiuso al pubblico con i tanti se e ma della vicenda.  Se, comunque, per l’Indiana Park si è in attesa del verdetto finale, non tanto diversa è anche la situazione del campo di calcetto di Buonopane, che ormai da tempo immemore versa in uno stato di assoluto degrado e abbandono. Anche in questo caso, infatti,  nelle scorse settimane, sono state rinvenute alcune discrepanze tra la delibera emanata dalla Giunta comunale e il bando stesso. Discrepanze che, proprio come nel caso del Parco Avventura, hanno contribuito al rallentamento delle procedure burocratiche. Sembra che, comunque, l’apertura dei plichi e la verifica delle offerte per la gestione del campo di calcetto buonopanese avverrà nei prossimi giorni.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button