Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Affittanze, eterno “cancro”: denunciati quattro ischitani

Hanno fittato la loro abitazione omettendo di fornire le generalità degli alloggiati, controllati dai carabinieri complessivamente 30 appartamenti e 73 persone. Un 66enne denunciato per guida in stato di ebbrezza, un 3’enne per omissione di soccorso, 8 per una rissa consumatasi lo scorso 16 luglio sulla Riva Destra

Adesso ci siamo, per davvero. L’isola è entrata nella sua fase calda, caldissima, con le presenze stanziali sul territorio che raggiungeranno il numero più elevato dell’intero anno solare. Super lavoro dunque per le forze dell’ordine almeno fino al 20 agosto, a terra e a mare, per tenere sotto controllo un territorio che diventerà per ovvi motivi molto più difficile da gestire e nel quale certo non mancheranno inevitabilmente anche diversi malitenzionati. E non a caso si stanno incrementando sempre più i controlli sul territorio e in particolare continuano sempre più i servizi messi in atto dai carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione. I militari dell’Arma, come era comprensibile in questo periodo di agosto, si sono concentrati e molto sulle affittanze estive e non a caso hanno passato al setaccio 30 appartamenti nelle aree più turistiche dell’isola e identificato i 73 ospiti. Un lavoro che come al solito ha dato i suoi frutti, a dimostrazione che su questo tasto l’isolano purtroppo perde il pelo ma non il vizio: quattro persone sono state infatti denunciate all’autorità giudiziaria perché avevano fittato illecitamente la propria abitazione senza comunicare all’autorità di pubblica sicurezza le generalità degli alloggiati, che ovviamente saranno sottoposte ad altrettante verifiche dal momento che potrebbe trattarsi anche di soggetti “poco raccomandabili” e gravati da precedenti penali che desideravano poter godersi il soggiorno ischitano senza essere “tracciati”.

Ma l’isola è stata battuta in particolare nelle fasce orarie notturne senza sosta con una serie di posti di controllo ubicati nelle aree sensibili ma anche in quelle periferiche, proprio per non lasciare aree scoperte. Un uomo di 66 anni è stato sorpreso alla guida del proprio veicolo con un tasso etilico molto alto e per questo motivo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Un episodio ancora più grave si è verificato a Casamicciola Terme ed ha portato alla denuncia di un 30enne con l’accusa di omissione di soccorso. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, infatti, l’uomo a bordo della sua moto ha investito un secondo centauro senza prestare soccorso: la vittima del sinistro, tra l’altro, ha avuto bisogno di essere condotto all’ospedale Rizzoli per essere sottoposto alle cure del caso

un 66enne è stato sorpreso alla guida del proprio veicolo con un tasso etilico molto alto e per questo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. Un 30enne, invece, è stato denunciato per omissione di soccorso. A bordo della sua moto, lungo le strade di Casamicciola Terme, ha investito un secondo centauro allontanandosi senza prestare soccorso. Ma il fine settimana appena trascorso à stato caratterizzato anche dall’arresto di un 45enne rumeno, gravato da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Napoli. Dovrà scontare otto mesi di arresto per guida sotto l’influenza di alcol, reato commesso nel settembre 2013: l’uomo è stato tradotto presso il carcere di Poggioreale.

I carabinieri hanno eseguito controlli anche in mare dove militari della motovedetta hanno denunciato due persone perché sorprese nelle acque di Forio – all’interno dell’area marina protetta Regno di Nettuno – a praticare pesca subacquea. Nella medesima operazione sono stati posti sotto sequestro tre fucili armati con aste in acciaio e altri arnesi da sub. Due giovani sono stati infine segnalati alla Prefettura di Napoli come assuntori di sostanze stupefacenti. Sono stati fermati e bloccati al porto d’Ischia grazie al fiuto infallibile di un’unità cinofila subito dopo essere sbarcati con un aliscafo: nelle tasche custodivano alcune bustine di marijuana, quantitativi modici palesemente detenuti per uso personale.

I militari guidati dal capitano Mitrione, infine, sono venuti a capo anche di una attività investigativa che stavano conducendo dallo scorso 16 luglio, quando si verificò a Ischia un grave fatto di cronaca. I militari della locale Stazione – coordinati dal luogotenente Michele Cimmino – hanno infatti denunciato per rissa otto persone. Si tratta di tutti ragazzi (sette ischitani ed uno di Sorrento) di età compresa tra i 19 ed i 39 anni che alle quattro del mattino se le suonarono di santa ragione e pure per diversi minuti sulla Riva Destra: per fortuna volarono solo calci, pugni e schiaffi e non vennero usati corpi contundenti e forse anche per questo nessuno fece ricorso alle cure dei sanitari del Rizzoli.

Ads

Ad Ischia i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato per rissa 8 persone. Sono tutti ragazzi – 7 ischitani e 1 di sorrento – e hanno dai 19 ai 30 anni. Sono ritenuti responsabili di una rissa avvenuta il 16 luglio scorso verso le 4 del mattino sulla riva destra del porto d’Ischia. Le indagini dei militari, che sono partite dall’acquisizione di alcune testimonianze e hanno avuto anche il supporto delle immagini fornite dalle videocamere di sorveglianza di alcune delle attività presenti nella zona, hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti e identificare i responsabili.


Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Beta

Ok ma 30 appartamenti per un’isola intensamente edificata e popolosa come Ischia, che quest’anno ha registrato il “pienone”, così come ammesso anche dal sindaco di Ischia Porto, sembrano davvero pochi…
Tra l’altro, non comunicare gli alloggiati, oltre a costituire un rischio per l’irrintracciabilita’ in caso di covid, indica anche il mancato pagamento delle tasse!
Spesso si tratta addirittura di case abusive o che risultano di residenti, con esenzione imu e permessi di parcheggio.
E poi parlano di turismo di qualità…

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex