CRONACAPRIMO PIANO

Aggredì Pascale, si pente in tribunale: la multa in beneficienza

Erano i momenti convulsi immediatamente successivi al terremoto del 21 agosto 2017. In quei giorni, alcuni lo ricorderanno, il sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale subì un’aggressione fisica da parte di un cittadino mentre si trovava in zona Fango, uno dei luoghi più colpiti dal sisma. Aggressione a cui si aggiunsero pesanti minacce verbali e un referto con una prognosi di cinque giorni. Un episodio indice della tensione che si respirava in quelle confuse settimane. Il primo cittadino si costituì parte civile quale persona offesa nel procedimento penale che dall’episodio scaturì a carico del signor Alberto Della Gatta. Il procedimento si è concluso due giorni fa innanzi al Got Palagano, con l’avvocato Gennaro Tortora come procuratore speciale per il sindaco.
Durante l’udienza l’imputato ha chiesto e ottenuto di rendere spontanee dichiarazioni: si è scusato con il sindaco Pascale spiegando che quelli erano i momenti successivi al sisma e la tensione era alta. Il cittadino ha dichiarato di essere rimasto profondamente segnato da quello che era accaduto la notte del 21 agosto e questa circostanza, anche se non giustifica assolutamente il comportamento che tenne nei confronti di Pascale, ha comunque fortemente inciso sulle sue azioni. L’imputato si è quindi mostrato fortemente pentito e dispiaciuto per quanto accaduto. Di fronte al sentito ravvedimento del signor Della Gatta, il sindaco ha ritenuto di accettare le sue scuse ed ha deciso di rimettere la querela, rinunciando definitivamente a qualsiasi pretesa nei confronti dell’imputato. Il primo cittadino ha chiesto che la somma che l’imputato voleva devolvergli come atto simbolico di risarcimento dei danni fosse invece devoluta a favore del Comune, più precisamente ai bambini di Lacco Ameno che frequentano la quinta elementare in maniera da impiegare la cifra per una visita scolastica alla Città della Scienza. La vicenda si è dunque conclusa nel migliore dei modi.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close