Statistiche
CRONACA

Agricoltura da tutelare, da Procida ecco la proposta di Coldiretti

Il manifesto arriva in vista del 2022 quando l’isola sarà capitale italiana della cultura. Da qui un interessante convegno in programma domani a Terra Murata, moderato da Antonio Corbo

C’è un’agricoltura su terreni esigui, che resiste aggrappata alle piccole isole, a costoni di roccia a picco sul mare o in aree montane impervie. Un’agricoltura “eroica” per l’impegno, spesso non remunerativo, che centinaia di uomini e donne contribuiscono a far vivere senza ricevere alcun sostegno economico. Per queste ragioni Coldiretti Campania lancerà da Procida, Capitale Italiana della Cultura 2022, un Manifesto per l’Agricoltura Eroica, chiedendo un intervento normativo regionale e nazionale che identifichi e tuteli un’attività umana dall’inestimabile valore ambientale, paesaggistico e culturale. Che aspetto avrebbero la costiera Amalfitana e la penisola Sorrentina senza i loro limoneti, o Ischia senza i suoi vigneti che sovrastano il mare o Procida senza i suoi giardini con i limoni di pane e le carciofaie? A questa e a tante altre domande proveranno a rispondere gli ospiti del convegno che si terrà venerdì 18 giugno alle ore 16.30 al Belvedere di Terra Murata, in cima all’isola di Arturo, con la partecipazione straordinaria di Ettore Prandini, presidente nazionale di Coldiretti.

A moderare la tavola rotonda intitolata “Procida Capitale dell’Agricoltura Eroica” sarà l’editorialista Antonio Corbo. Seguiranno i saluti introduttivi di Raimondo Ambrosino, sindaco di Procida, di Andrea D’Ambra, presidente Coldiretti Napoli, di Alfonso Iaccarino, assessore del Comune di Sorrento e di Gennarino Masiello, presidente Coldiretti Campania. Le relazioni tecnico-giuridiche saranno affidare al professor Tammaro Chiacchio, già docente di Diritto Amministrativo Avanzato all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, e a Raffaele Borriello, capo area Legislativo e Relazioni Istituzionali di Coldiretti. Sono previsti gli interventi di Felice Casucci, assessore al Turismo della Regione Campania, di Nicola Caputo, assessore regionale all’Agricoltura, e di Gennaro Oliviero, presidente del Consiglio Regionale della Campania. Le conclusioni saranno affidate al presidente Prandini.

Il programma prevede anche una due giorni dedicata al Mercato di Campagna Amica nella piazza del porto di Marina Grande, il venerdì sera e il sabato mattina, con la possibilità di degustare prodotti agroalimentari a km zero dell’isola di Procida, ma anche di altre zone “eroiche”, come il Vesuvio, il Cilento e le aree interne della Campania.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x