POLITICAPRIMO PIANO

Al Mattei Giosi Ferrandino dà lezione d’Europa

L’eurodeputato ischitano ha spiegato ai maturandi dell’istituto tecnico di Casamicciola i fondamenti dell’UE nell’ambito del progetto “Cittadinanza e Costituzione” che lo ha visto impegnato in diverse scuole napoletane

Spiegare l’Europa ai giovani, l’importanza della democrazia, mai troppo al sicuro da recrudescenze autoritarie. Ma non solo. Le parole  che ieri mattina l’eurodeputato Giosi Ferrandino ha ha rivolto agli studenti del Mattei, l’istituto tecnico posizionato proprio nel comune da dove è iniziata la carriera politica del nostro rappresentante a Bruxelles, hanno provato anche a fornire ai ragazzi dei Mattei gli strumenti di difesa per difendere  i giovani cittadini europei dalle lusinghe, false e menzognere secondo i rappresentanti del PD, del nazional-populismo. Dal Manifesto di Ventotene realizzato da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi in piena seconda guerra mondiale – il documento realizzato per la promozione dell’unità europea – alla costituzione delle istituzioni europee. I pilastri della UE realizzati anno dopo anno, con un lento e attento percorso partito dal 1952 e giunto fino a oggi con la formazione del Parlamento Europeo, presieduto da Antonio Tajani, del Consiglio dei ministri e della Commissione Europea.

Un racconto preciso e appassionato quello di Giosi Ferrandino, sintetizzato da chi vive il meccanismo di una delle istituzioni pubbliche più ambiziose e affascinanti dall’interno. L’intervento dell’ex sindaco di Casamicciola e Ischia è stata una lectio magistralis in piena regola, una lezione preziosa per i ragazzi che tra pochi mesi dovranno discutere durante gli esami di maturità proprio di Europa. E conoscere i piani di investimenti, il mercato digitale unico connesso, l’unione dell’energia resiliente, gli accordi di libero scambio con gli Stati Uniti, l’area di giustizia e diritti fondamentali basata sulla fiducia reciproca, le nuove politiche di migrazione  rappresentano sono stati gli elementi fondamentali di un discorso appassionante e coinvolgente.

L’intervento di Giosi Ferrandino agli studenti del Mattei rientra nel progetto “Cittadinanza e Costituzione”, in vista degli esami di stato, un progetto che mira a spiegare il funzionamento del Parlamento Europeo attraverso un percorso didattico in vista degli esami di maturità nel terzo step degli esami orali. E non poteva mancare a un appuntamento ischitano l’onorevole Ferrandino, già impegnato in giro per le scuole napoletane proprio a spiegare il funzionamento dell’Unione Europea.

 L’aula magna del Mattei è stata riempita da decine di maturandi, ragazzi che hanno un profondo bisogno di avere le idee chiare e lucide sul prossimo importante appuntamento elettorale, per molti il primo approccio con il diritto di voto che si intesse con la maturità.

“Ho accettato con entusiasmo l’invito del Mattei. – dichiara con entusiasmo l’onorevole Giosi Ferrandino – Diffondere la cultura europea è la chiave per ridurre le distanze che ci separano da una istituzione che invece è centrale nel nostro vissuto quotidiano. Spero di aver offerto ai ragazzi qualche nozione utile e qualche spunto di riflessione. Resto tuttavia convinto che lo studio sia la chiave per sconfiggere il nazional populismo, e quindi auspico non solo che venga reintrodotta l’ora di educazione civica, ma che sia estesa allo studio della costituzione italiana e delle istituzioni europee”.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close