ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

“Al Mattei si muore dal freddo, la provincia intervenga”

Ecco la lettera indirizzata ad una serie di autorità, tra cui la Provincia di Napoli, da parte dei genitori della scuola Mattei di Casamicciola Terme:

Il sottoscritto Sodano Salvatore, Presidente del comitato genitori E. Mattei , con la presente Vuole  evidenziare alla Provincia di Napoli, competente per la manutenzione e pulizia dell’ edificio scolastico in oggetto, il mancato funzionamento a tutt’oggi dell’impianto di riscaldamento,  nonostante la  segnalazione fatta svariati mesi fa dal dirigente  scolastico dott. A. Siciliano, per il quale fu effettuato sopralluogo dai tecnici  della Provincia e mai ottemperato al problema.

I genitori per mio tramite hanno appreso dal dirigente scolastico, che sono stati effettuati diversi solleciti, sembra vani, vista l’inefficienza dell’impianto, il tutto sta creando agitazione tra gli studenti , i genitori ed il personale scolastico, per la mancata soluzione del problema.

Ci chiediamo se è mai possibile che noi genitori dobbiamo sollecitare , intervenire  in queste problematiche, che dovrebbero essere programmate e risolte da chi è preposto a farlo.

Pertanto chiediamo un intervento quanto mai sollecito al fine di scongiurare la sospensione delle lezioni a causa del freddo che sta arrivando.

ALTRA NOTA DOLENTE  CHE DESTA PREOCCUPAZIONE DA PARTE DI TUTTI E’ LA PULIZIA DELL’EDIFICIO SCOLASTICO , AFFIDATO  DALLA STESSA  AD UNA SOCIETA’ DI PUIZIA.

Bene pur spendendo fior di euro, il personale che deve effettuarle non supera le 4 unità, rendendo così impossibile la pulizia  dell’edificio .

Da una nostra stima con i soldi impegnati dovremmo avere un edificio a tutti gli effetti  PULITO.

Siccome ciò non avviene chiediamo vengano effettuati dei controlli atti a garantire una igiene sicura per i nostri ragazzi.

Certo che questa nota abbia accoglienza e vengano presi seri provvedimenti, a nome di tutti i genitori dell’IT E. Mattei  , nell’auguravi buon lavoro  inviamo distinti saluti.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close