CULTURA & SOCIETA'

Al Torrione arriva “Il mito di Scheria

Appuntamento a Forio con la personale del maestro Giuseppe Sticchi, corollario di Scheria Cup 24/2019

L’impegno profuso per oltre un cinquantennio da due attenti studiosi e storici isolani, i fratelli Prof. Giovanni e Raffaele Castagna nello studio e nella diffusione della storia dell’isola d’Ischia, raccoglie nel tempo i suoi frutti. Gli emeriti ricercatori, incentrando la propria attenzione sul libro di PhilippeChampault “Phéniciens et Grecs d’après l’Odyssée” edito nel 1906 a Parigi (e di cui curarono,nel 1999, la versione italiana) e in generale, sulle informazioni deducibili dallo studio del Nostros, il ritorno in patria di Ulisse, hanno ampiamente contribuito alla diffusione della elevata probabile possibilità che la terra di re Alcinoo, della principessa Nausicaa che aiutano Ulisse nel suo lungo peregrinaggio da Omero chiamata Scheria, fosse in realtà proprio la nostra isola d’Ischia. Grazie al sostanziale contributo dei fratelli Castagna, prende corpo l’incipit per la denominazione di vari eventi correlati con il mito greco e ulteriori studi sono stati via via effettuati da altri ricercatori e artisti. Uno di questi è il M° Giuseppe Sticchi, artista alla continua ricerca di nuove forme e colori per comunicare emozioni.

Giuseppe, figlio d’arte, impara a dipingere giovanissimo con la guida dello zio, pittore figurativo.dopo il diploma all’istituto tecnico, sperimenta diverse tecniche e materiali, fino ad approdare alla sua personale, collabora con le avanguardie artistiche locali, gallerie, scenografi e architetti.Con un ricco carnet di mostre personali e collettive cheha realizzato dagli anni ’80 ad oggi, oltre a decine di serie di litografiche e cartoline postali,copertine di libri e calendari, il ritrattista puteolano porta a Forio, a corollario della Scheria Cup 24 / 2019 (l’affermata regata che veleggerà per la quinta edizione negli splendidi scenari marini foriani da venerdì 24 a domenica 26 maggio) il suo personale supporto alla diffusione della conoscenza del mito di Scheria mediante una personale di pittura in esposizione al Torrione di Forio da mercoledì 15 a venerdì 24 maggio 2019.

L’Associazione Culturale Radici, lieta di ospitare nella storica torre di Giovanni Maltese e Jane Fanny Fayrer un evento di così notevole spessore, ringrazia il M° Sticchi (che per l’occasione si avvalso della collaborazione di Antonietta Migliaccio, Carmen Palma e Ilenia Sequino)per aver scelto l’antico baluardo anti-saraceno, che occupa una posizione strategica privilegiata per poter ammirare lo svolgimento della Scheria Cup 24/2019, ed invita i gentili ospiti e i cortesi residenti a visitare fin dal vernissage di mercoledì 15 alle ore 19.00 l’esposizione pittorica. Ricorda inoltre che il Museo Civico Giovanni Maltese è aperto al pubblico tutti i giorni dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 19.00 e che altre notizie e immagini sono alla pagina: http://www.iltorrioneforio.it/fotogallery/mostre-2019/il-mito-di-scheria/

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close