Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Al via Ischia Global 2016, tra Hollywood e solidarietà

Gianluca Castagna | Lacco Ameno – Da stasera fino a domenica prossima, torna uno degli appuntamenti più attesi nel panorama cinematografico internazionale. Sull’Isola Verde parte l’edizione numero 14 di Ischia Global Film & Music Fest, kermesse che vede protagonisti attori, registi, produttori, star delle sette note e grandi personaggi internazionali. E ancora mostre, anteprime cinematografiche, pellicole che hanno segnato la passata stagione, incontri e discussioni sui temi più caldi che riguardano l’industria, i media globali e le questioni umanitarie. Questo, in sintesi, è il menù che Pascal Vicedomini, fondatore e produttore della kermesse, prepara ogni anno per un festival che da oggi concentrerà su di sé il mondo dello showbiz, attirando gli occhi, sempre più voraci, dei media dell’informazione e dell’entertainment.
L’ambizione, da 13 anni a questa parte (la prima edizione si svolse nel luglio del 2003), è stata quella di offrire, alla platea di residenti e turisti, tutto il cinema e l’intrattenimento possibile. Perché sempre, in ogni momento di Ischia Global, la cultura e il divertimento, l’arte e il turismo vadano di pari passo. Se possibile camminando insieme.

Foto principaleAncora una volta il Grand Hotel della Regina Isabella a Lacco Ameno diventerà il cuore pulsante del festival. Quartier generale degli incontri più attesi e soprattutto location delle suggestive proiezioni sul grande schermo nella baia di fronte al Fungo, probabilmente caso unico nei festival cinematografici di tutto il mondo. Ischia Global, malgrado le innegabili disfunzionalità del è la dimostrazione che la Campania e l’intero Mezzogiorno d’Italia hanno tutte le potenzialità per accogliere e vincere le sfide di uno sviluppo sociale, economico e culturale. La fiducia e la simpatia di tanti amici dello spettacolo, sempre più numerosi edizione dopo edizione, sono la prova che è possibile, malgrado tutto, riportare l’isola d’Ischia e l’intero Golfo di Napoli tra le destinazioni privilegiate di chi ama la bellezza, le arti e l’ospitalità.
«Oggi più del passato – ha ricordato Pascal Vicedomini – si è tornato a parlare di Ischia in tutto il mondo per i suoi paesaggi e la sua squisita accoglienza: è il risultato di un grande lavoro che l’Accademia Internazionale Arte Ischia ed i suoi sostenitori hanno svolto con impegno, caparbietà e continui scambi reciproci con le realtà, artistiche e produttive, dello showbiz.
Siamo orgogliosi di aver creato, in pochi anni e con pochissimi mezzi, un evento solido e riconosciuto, al quale l’intero Mezzogiorno può guardare con entusiasmo e con l’ambizione di fare ancora di più nei prossimi anni.
E’ indubbio che l’arte e l’industria cinematografica rappresentino oggi fondamentali occasioni per il nostro territorio. Che va valorizzato, sostenendone lo sviluppo in quella dimensione internazionale che merita e di cui ogni realtà ha bisogno per proseguire la sua crescita».

Wiener dog (per box)Per il Galà di apertura, l’anteprima di un film molto atteso: “Wiener-dog” di Todd Solondz, il corrosivo autore di “Happiness” e “Palindromes”, spietato fustigatore dell’ipocrisia della classe media americana con le armi del grottesco e dell’assurdo. Lui non ci sarà, ma a presentare il film ci penserà uno dei suoi interpreti: Danny DeVito. E’ uno dei nomi che renderanno scoppiettante la prima serata del Global che vede schierati, tra gli altri, il bluesman italiano Zucchero, la signora della musica Dionne Warwick e il regista Paolo Genovese, trionfatore della stagione cinematografica con la commedia “Perfetti sconosciuti”.
Quanto ai temi dell’edizione 2016, com’è auspicabile in tutti festival degni dell’etimologia del termine, l’eclettismo regna sovrano. E non è possibile scindere exploit o delusioni, fanfare e martirio, arte e intrattenimento in base ad alcun filo rosso formale o di contenuto, se una delle sezioni più attese – le anteprime – allinea ai nastri di la tartaruga (più che l’urlo) di Alexander Skarsgard ne “La leggenda di Tarzan” e i neo-cacciatori di spettri in versione femminile di “Ghostbusters”, remake di una geniale contaminazione, tra paura e ironia, che diventò un classico della commedia americana anni ’80 (lo vedremo sabato prossimo 16 luglio). La variegata lobby dei cinefili, anche quella più decisa nell’alzare la posta dello specialismo punitivo, avrà pane per i suoi denti con l’omaggio (più che retrospettiva) al canadese David Cronenberg, autore di un cinema visionario e provocatorio, responsabile di tanti salutari scossoni ai danni dei blasonati ammessi alla liturgia. Il canadese non arriva, ma Ischia Global schiera uno dei suoi interpreti più bravi: Jeremy Irons che, insieme a Tim Robbins, Danny Glover, il nuovo “Ben Hur” Jack Huston, Bruce Beresford, Barry Morrow, Madalina Ghenea, Gerard Butler e Petra Nemcova, è tra i protagonisti della pattuglia internazionale.

L’Humanitarian Forum 2016, dedicato al tema della diversità e della discriminazione, ribadisce l’importanza di avvalersi di grandi appuntamenti artistici e culturali internazionali per favorire il dialogo su questioni di interesse popolare e rilevanza sociale che toccano anche direttamente il mondo del cinema e della sua industria. Basti pensare alla polemica che ha investito l’Academy qualche mese fa: tra i candidati agli Oscar 2016 non figuravano professionisti di colore in nessuna categoria, proprio come era accaduto l’anno precedente. A Ischia ne parleranno, tra gli altri, Cheryl Boone Isaacs, Presidente Academy, Kerry Kennedy, figlia di Bob, e l’attore afroamericano Danny Glover, attivista da sempre in favore dei diritti umani.

Oltre alle proiezioni gratuite nelle due sale cinematografiche isolane, torna il cinema in piazza.
Ischia Global raddoppia: non solo piazza Santa Restituta, a Lacco Ameno, ma anche via Marina a Casamicciola. E’ qui che si terranno gli omaggi del Festival a Totò (l’anno prossimo sono 50 anni dalla scomparsa) e a Bud Spencer, che a Ischia girò la fiction tv “I delitti del cuoco”. Ischia torna ancora con “Pericle il nero”, adattamento cinematografico dal bel romanzo di Giuseppe Ferrandino, film proiettato sabato prossimo al cinema “Excelsior” di Ischia.
Un calendario fittissimo di appuntamenti con storie, mostre e personaggi dello showbiz, per questa 14esima edizione dell’Ischia Global Fest che si preannuncia come un’occasione unica sia per i cinefili che per i nostalgici delle atmosfere mondane che solitamente gravitano attorno alle rutilanti kermesse festivaliere. Già dopati con massicce dosi di sali minerali per far fronte al caldo e al denso carnet, gli inviati del quotidiano Il Golfo seguiranno quotidianamente la manifestazione. Per raccontarla e farvi partecipare col consueto entusiasmo.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button